Niente, Ultimo: ascolta la canzone (testo, significato e video)

Niente, Ultimo: testo e significato della canzone. Il brano è il primo singolo che anticiperà il disco, Solo. Ecco di cosa parla

Ultimo ha pubblicato il suo nuovo singolo, Niente, il 15 ottobre 2021. Il brano anticipa l’uscita del disco di inediti, Solo.

Ultimo, Niente: ascolta la canzone

Ultimo, Niente: significato canzone

Ecco il significato del nuovo singolo, raccontato dallo stesso cantautore in diretta su Twitch:

“Non scelgo mai i singoli da rilasciare. Per me è importante il disco. Non riesco mai a capire qual è quello adatto… Niente è molto importante dal punto di vista del sound. Mi riporta alla rabbia, volevo comunicare rabbia. L’ho scritto all’inizio e racconta l’apatia che ho provato. Durante il primo periodo del 2020, son tornato da Los Angeles. Sono stato in un periodo in cui non provavo sensazioni. In questa canzone volevo far raccontare l’angoscia e la rabbia che provavo”

Ultimo, Niente: video ufficiale

Qui potete vedere il video ufficiale di Niente, il nuovo singolo di Ultimo. “Niente” è un brano tagliente, in cui il cantante esprime tutta la sua rabbia e le sue emozioni. È la fine tormentata e apatica di una lunga storia d’amore che, come sempre, poi fa riflettere anche su altro. Un sentimento che si affievolisce fino a svanire. Un flusso di pensieri che culmina con la frase manifesto “Io sono le mie canzoni”, con cui l’artista sottolinea sempre di più la sua identità di cantautore. Il video, prodotto da Maestro Production e diretto dagli YouNuts!, che già in precedenza hanno curato i videoclip di alcune delle canzoni di Ultimo, ha come protagonisti il cantautore stesso e l’attrice Rachele Luschi.

Ultimo, Niente: testo canzone

E’ che da tempo non so dove andare
Provo ad urlare ma non ho più voce
Tu dici “Dai si può ricominciare”
Ma io non ho da offrirti più parole

Sì, è vero tu mi incanti anche se non mi parli
Ma il sole è spento e non lo vedo più da queste parti
Sì, è vero avevo detto che sarà per sempre
E’ triste ma
Quando mi abbracci non sento più niente

Quando mi siedo sopra il tetto del mondo
Mi accorgo di essere il solito che si rifugia nel fondo
di questo stupido e fragile, il mio disonesto bicchiere
che bevo per mandare giù la parte mia che non si vede
Tu parli sempre di tutto ma non hai mai una ragione
Io che sto zitto e subisco, penso a un futuro migliore
Certo che cosa ti pensi, che io sia felice
Non vedi che uso il sorriso per mascherare le ferite

Io sono il solito str0nzo che parla sempre di sé
ma lo faccio perché tu non veda la parte vera di me
Per questo guardami bene che adesso cala il sipario
Se la gente s’aprisse non esisterebbe il teatro
Sarà che devo mentire, mostrare ciò che non sono
Vorrei riuscire ad amare eppure io non mi emoziono
Perché sognare mi ha reso una nuvole con i piedi
Per questo siamo vicini ma con diversi pensieri

E’ che da tempo non so dove andare
Provo ad urlare ma non ho più voce
Tu dici “Dai si può ricominciare”
Ma io non ho da offrirti più parole

Sì, è vero tu mi incanti anche se non mi parli
Ma il sole è spento e non lo vedo più da queste parti
Sì, è vero avevo detto che sarà per sempre
E’ triste ma
Quando mi abbracci non sento più niente
Quando mi abbracci non sento più niente

Vedi che non ci riesco non sento la stessa emozione di prima
Sento che parlo ma il corpo è diverso e vedo persone che aspettano in fila
Sono lì fuori che aspettano tutti, gridano il nome che ho scelto anni fa
Ma il mio non è un nome d’arte è il nome che ha scelto quel giorno per me la realtà

Io che vivevo la vita, là dentro a un parcheggio, passavo le ore a parlare coi sogni dentro me stesso
Adesso guardo allo specchio vedo la stessa persona
Poi esco fuori di casa poi qualcosa in me non funziona
La rabbia che avevo vive tutta dentro questa mia canzone
La vita è un giro di giostra che inverte la direzione
Poi il mondo è un posto sbagliato con le giuste intenzione ma io sono quello che ho amato
Io sono le mie canzoni

E’ che da tempo non so dove andare
Provo ad urlare ma non ho più voce
Tu dici “Dai si può ricominciare”
Ma io non ho da offrirti più parole

Sì, è vero tu mi incanti anche se non mi parli
Ma il sole è spento e non lo vedo più da queste parti
Sì, è vero avevo detto che sarà per sempre
E’ triste ma
Quando mi abbracci non sento più niente
Quando mi abbracci non sento più niente

E’ triste ma
Quando mi abbracci non sento più niente

Niente, l’annuncio del nuovo singolo

Niente è il titolo del nuovo singolo di Ultimo. L’annuncio è stato condiviso dallo stesso cantautore, pochi minuti fa su Instagram.

Il cantante ha tenuto, su Twitch, una diretta proprio oggi, per parlare del nuovo progetto (il disco “Solo” in uscita) e per raccontarsi insieme a Gianluca Gazzoli.

Il quarto disco di inediti del cantautore romano verrà pubblicato a circa due anni e mezzo di distanza dall’album precedente, Colpa delle Favole.

Dallo scorso 22 settembre 2021, l’album è disponibile in pre-order, per quanto riguarda le versioni CD e doppio LP bianco (anche in edizione limitata autografata in esclusiva su Amazon) e le versioni Box doppio LP Deluxe e Box CD Deluxe, contenenti anche 17 tavole illustrate.

Solo sarà il primo album di Ultimo, prodotto con la sua etichetta discografica, la Ultimo Records, fondata nel settembre 2020, con la quale il cantautore ha già pubblicato il singolo 22 settembre (doppio Disco di Platino), il brano 7+3 (Disco d’Oro) e il singolo Buongiorno vita (Disco di Platino).

Pochi giorni fa, via Instagram, Ultimo aveva condiviso un lungo messaggio diretto ai suoi fan, invitando a dimostrare di essere se stessi fino in fondo, lato vulnerabile incluso:

La salute mentale è stata totalmente dimenticata, mettendo al primo posto solo quella fisica. Oggi, soprattutto tra i miei coetanei, si tende a respingere il dolore ai margini di se stessi, accettando una condizione di benessere mediocre, pur di dire “sto bene”. E poi che palle questa continua concorrenza tra le persone, questa sovraprestazione a cui tutti ambiscono, questo volersi a tutti i costi superare sempre. Questi mental coach che vanno tanto di moda e che ti spronano, urlandoti sempre che devi essere il numero uno e devi correre, correre, correre. Ma per andare dove? Perché questa necessità di mostrare solo le parti belle? Perché porgere solo il lato “meno ferito”? Si può anche dire di non sentirsi bene e il dolore e la solitudine NON DEVONO essere innominabili.

“La rabbia che avevo vive tutta dentro questa mia canzone
la vita è un giro di giostra che inverte la direzione
poi il mondo è un posto sbagliato con le giuste intenzioni,
ma io sono quello che ho amato,
io sono le mie canzoni”.

 

Ultime notizie su Ultimo

Ultimo, il cui vero nome è Niccolò Moriconi, è un cantautore romano nato il 27 gennaio 1996.

Tutto su Ultimo →