La fine, Maneskin: leggi il testo e ascolta la canzone tratta dall’album ‘Rush!’

Maneskin, La fine: testo e significato della canzone tratta dall’album “Rush!”. Ecco di cosa parla il brano, ascolta il pezzo su Soundsblog

I Maneskin hanno condiviso la tracklist del nuovo disco, Rush!, regalando ai fan una traccia inedita presente nel loro album. Mentre continua a risuonare e ottenere riscontri “The Loneliest“, dal 13 gennaio 2023 uscirà il nuovo singolo, Gossip, che include anche la partecipazione di Tom Morello dei Rage Against The Machine. Ma da poche ore, è disponibile un altro pezzo –La fine– presente nell’album, omaggio condiviso in streaming e download digitale da oggi.

Maneskin, La fine, ascolta la canzone e leggi il significato

Il pezzo, dal sound rock ed energico, racconta un bilancio, del coraggio di staccarsi dalla massa, dal branco, dall’essere giudicato e rendersi conto che, se tutti ti amano, non è l’inizio ma solamente la fine (“Sappi che non è l’inizio, è la fine, Anche la rosa più bella ha le spine, Forse l’unica risposta è partire, O restarе a marcire”). C’è tempo per la riflessione del giudizio e del pregiudizio, in attesa della giustizia (“Mi hanno trattato come un santo, poi giudicato, Guardato male come fossi pregiudicato, Quando ritroveranno il corpo del mio reato, Si accorgeranno troppo tardi di aver sbagliato”).

Potete ascoltare la canzone cliccando qui oppure a seguire, in streaming:

Maneskin, La fine, Testo canzone

Mi sveglio ed è passato un anno
Ed io che sono ancora stanco
Con la valigia sotto braccio
Non so nemmeno dove vado
E vago come se fossi un pazzo
Porto ancora le mie manette
Ho girato il mondo, ho visto gente
No, non è come lo immaginavo
Io ho schiacciato bene la testa nel fango
Ho mangiato male per restare in vita
Ho sentito gente chiamarmi bastardo
E ancora corro cercando l’uscita
Ma l’unico modo è staccarsi dal branco
Scavare finché non senti le dita
Se tutti quanti ora ti stanno amando
Sappi che non è l’inizio, è la fine

Sappi che non è l’inizio, è la fine
Anche la rosa più bella ha le spine
Forse l’unica risposta è partire
O restarе a marcire
Sappi che non è l’inizio, è la fine
Anchе la rosa più bella ha le spine
Forse l’unica risposta è partire
O restare a marcire

Hai idea di come ci si sente?
Avere il mondo fra le mani
Come contasse veramente
Come se fossimo speciali
E invece ci rimane niente
Un pugno di mosche tra le mani
Nemmeno tutto l’oro al mondo
Potrà comprare ciò che lasci
Mi hanno trattato come un santo, poi giudicato
Guardato male come fossi pregiudicato
Quando ritroveranno il corpo del mio reato
Si accorgeranno troppo tardi di aver sbagliato
Però io invece non mi fermo, continuo
Voglio vivere correndo sopra un filo
Il giorno che non avrò più un motivo
Saprò che non è l’inizio, è la fine

Sappi che non è l’inizio, è la fine
Anche la rosa più bella ha le spine
Forse l’unica risposta è partire
O restare a marcire
Sappi che non è l’inizio, è la fine
Anche la rosa più bella ha le spine
Forse l’unica risposta è partire
O restare a marcire

Cercavo soltanto un pretesto per dire questo
Per smettere di andare dove tira il vento
Trovare luce prima che tutto sia spento
E se non mi amerà nessuno sarà lo stesso
Cercavo soltanto un pretesto per dire questo
Per smettere di andare dove tira il vento
Trovare luce prima che tutto sia spento
E se non mi amerà nessuno sarà lo stesso

Sappi che non è l’inizio, è la fine
Anche la rosa più bella ha le spine
Forse l’unica risposta è partire
O restare a marcire
Sappi che non è l’inizio, è la fine
Anche la rosa più bella ha le spine
Forse l’unica risposta è partire
O restare a marcire

Ultime notizie su Maneskin

I Maneskin sono un gruppo romano nato nel 2015 a Roma, composto da Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi e Ethan Torchio, esploso grazie alla partecipazione all'edizione 2017 di X Factor.

Tutto su Maneskin →