Gilby Clarke: ‘Una reunion dei Guns N’Roses? Io ci sarei!’

Il chitarrista sarebbe felice di tornare sul palco con la band, nonostante ne abbia fatto parte per solo per tre anni

Gilby Clarke è entrato nei Guns N’Roses nel 1991 come rimpiazzo di Izzy Stradlin durante il tour di Use Your Illusion, ed è stato il chitarrista della band per i successivi tre anni, fino allo scioglimento. Eppure il suo stile bohemienne è rimasto nei cuori dei fan, e oggi The Times Of India, durante un’intervista, gli ha chiesto se prenderebbe parte ad una eventuale reunion dei GN’R.

“Ma certo, era una band grandiosa. Se Slash e Duff tornassero, sarebbe una cosa veramente speciale, e mi piacerebbe farne parte se succedesse davvero.
Mi sono divertito molto in questi anni, eravamo giovani e non ce ne fregava niente di quel che pensava la gente. I ricordi di molte persone, a distanza di anni, si focalizzano sulle cose negative e le litigate, ma io mi ricordo di aver fatto parte di un’unità musicale molto potente. Ognuno voleva dare il massimo ai concerti, e si impegnava con la musica da registrare. Condividevamo una passione molto forte.”

Ma Gilby ha sentito qualcosa dai suoi ex-compagni?

“Abbiamo tutti sentito le voci di corridoio, mentre io non sapevo nemmeno che Slash e Axl avessero ricominciato a sentirsi – Slash non mi aveva detto niente, eppure ci vediamo spesso! Non so… ovviamente sarebbe fantastico se la cosa andasse veramente in porto. Ma non ho avuto nessuna conferma da nessuno nella band.
Se mi chiedessero di prender parte alla reunion, io ci sarei, ma devo essere realista: so che i fan vogliono i cinque ragazzi originali, e io non facevo parte della prima lineup. E devo dire che anche a me piacerebbe rivedere i cinque membri originali sul palco, perchè anche io ero un fan. Ma se me lo chiedessero, direi subito si dì.”