Targhe Tenco 2010: i vincitori. "Elettra" di Carmen Consoli è il miglior disco dell'anno

Nuova, grande soddisfazione per Carmen Consoli: la cantantessa cominci a trovar spazio sulla mensola di casa, perchè a novembre le verrà ufficialmente consegnata a Sanremo la prestigiosa TargaTenco.

La città ligure che ospita il festival nazional-popolare per eccellezza è da sempre, per una sorta di ironico contrappeso, anche la 'casa' dei premi per musica d'autore intitolati all'artista scomparso nel 1967. E proprio il famigerato Teatro Ariston tra l'11 e il 13 novembre accoglierà gli artisti vincitori dell'edizione 2010 delle Targhe e tutti gli altri partecipanti alla rassegna messa in piedi dal Club Tenco.

La Consoli, si diceva: Carmen ha vinto il premio per il Migliore Album di Cantautore dell'anno con l'acclamato "Elettra" (qui la nostra recensione), battendo la concorrenza tra gli altri di nomi del calibro di Baustelle e Bersani. E' la prima volta nella storia dell'evento che a imporsi è una donna. Riconoscimenti anche ai casertani Avion Travel per il Miglior Disco di Interpreti ("Nino Rota L'Amico Magico"), a Peppe Voltarelli con “Ultima notte a Malà Strana”, giudicato Miglior Album in dialetto, e a Piero Sidoti con “Genteinattesa”, per la Miglior Opera Prima. Dopo il saltino trovate le graduatorie finali per le 4 categorie stilate dalla Giuria incaricata, composta da 160 giornalisti musicali.

Targhe Tenco 2010 – Le Graduatorie

Miglior Disco di Cantautore

1) Carmen Consoli - “Elettra”
2) Têtes de Bois - “Goodbike”
3) Amor Fou - “I moralisti”
4) Baustelle - “I mistici dell’Occidente”
5) Samuele Bersani - “Manifesto abusivo”

Miglior Disco di Interpreti

1) Avion Travel - “Nino Rota l’amico magico”
2) Cristiano De André - “De André canta De André”
3) Malika Ayane - “Grovigli”
4) Paola Turci - “Giorni di rose”
5) Fiorella Mannoia - “Ho imparato a sognare”

Miglior Disco in dialetto

1) Peppe Voltarelli - “Ultima notte a Malà Strana”
2) Elena Ledda - “Cantendi a Deus”
3) Daniele Sepe - “Fessbuk”
4) Sud Sound System - “Ultimamente”
5) Collettivo Dedalus - “Mari”

Miglior Opera Prima
(unica categoria a 6, per effetto di ex-aequo nel primo turno di votazioni)

1) Piero Sidoti - “Genteinattesa”
2) Nina Zilli - “Sempre lontano”
3) Edda - “Semper biot”
4) Il Pan del Diavolo - “Sono all’osso”
5) Gerardo Casiello - “Contrada Casiello”
6) Roberta Di Lorenzo - “L’occhio della luna”

[Grazie a Roger78 per la segnalazione]

  • shares
  • +1
  • Mail