Papa Emerito contro Papa Emeritus: il destino di Benedetto XVI nei Ghost?

In questo mondo di complotti, complottari e massoneria, le coincidenze non possono mai essere un caso.
Quando Papa Benedetto XVI si dimise dal suo ruolo, noi notammo subito la strana coincidenza con il fatto che quello stesso giorno, l'11 Febbraio, fosse anche il compleanno di Varg Vikernes, il Burzum che bruciava le chiese.
Oggi le strane coincidenze continuano: il dimissionario Ratzinger avrà un titolo sostitutivo, comunicato dal Vaticano. Ci si riferirà a lui come "Papa emerito". Esattamente lo stesso titolo che porta da sempre il cantante dei Ghost: Papa Emeritus. Del cantante della band svedese non si conosce altro: si è sempre presentato al pubblico con abito cardinalesco e la faccia completamente coperta, e l'identità di chi si celi sotto il volto scheletrico è sempre stata un mistero.

Le coincidenze raddoppiano, addirittura, se si pensa che il 15 Dicembre 2012 Papa Emeritus II è succeduto a Papa Emeritus: nuovo cantante per i Ghost, proprio mentre in Benedetto XVI si iniziavano a progettare le dimissioni. Coincidenze? O prove schiaccianti sul futuro di Joseph Ratzinger come frontman dei Ghost? Sarebbe una mossa decisamente commerciale, tenendo conto che il nuovo disco, Infestissumam, uscirà il 9 Aprile!
Nel dubbio, e nell'attesa di vedere il primo concerto metal nella città del Vaticano, ascoltiamo un estratto dal nuovo disco, 'Secular Haze'.

Foto | YouTube

  • shares
  • +1
  • Mail