Sta succedendo, Carmen Consoli: ascolta la canzone, in radio dal 25 marzo 2022 (testo e audio)

Carmen Consoli, Sta succedendo: testo e significato canzone. Ecco di cosa parla il brano, ascolta il singolo su Soundsblog

Sarà in radio da venerdì 25 marzo, “Sta succedendo“, il nuovo singolo di Carmen Consoli tratto dal suo ultimo disco di inediti, “Volevo fare la rockstar“.

Scritta a quattro mani con Massimo Roccaforte, chitarrista al fianco di Carmen sin dai primissimi concerti nella metà degli anni Ottanta, è la traccia che apre l’album dettando il passo del disco.

Carmen Consoli, Sta succedendo, Significato canzone

È una canzone sull’Amore che bussa alla porta (“Sta succedendo / Sì sta succedendo”) con le sue trepidazioni e il timore di rompere l’incanto commettendo passi falsi (“Un’imprudente parola di troppo”). L’Amore è un sentimento così forte da mettere tutto a soqquadro e che come “un uragano ci fa perdere il controllo”. Ma non si può sempre sfuggire a questa vertigine perché “Sporgersi è un dovere a volte necessario” se vogliamo provare a superare i nostri stessi limiti e aprirci a nuovi orizzonti.

Sta succedendo, Ascolta la canzone

Qui sotto potete ascoltare in streaming “Sta succedendo”, brano tratto dall’album “Volevo fare la rockstar“.

Carmen Consoli, Sta succedendo, Testo canzone

Facciamo andata senza ritorno
Decidi tu la meta e andiamo in capo al mondo
Un uragano ci fa perdere il controllo
Tutto è concesso in questa parte del sogno

Sta succedendo, sì, sta succedendo
Prepariamoci all’impatto

Un’imprudente parola di troppo
E i nostri sguardi si precipitano al suolo
Com’è difficile un sorriso disinvolto
Quando un pensiero corre libero e scomposto

Sta succedendo, sì, sta succedendo
Prepariamoci al contatto

Ed ho fatto appena in tempo a respirare
L’istinto di scappare e non volere altro che
Restare e non tеmere di guardare
In basso il marе, il cielo e il grano
Sporgersi è un dovere a volte necessario

Facciamo andata senza ritorno
Betabloccanti e inibizioni messi al bando
Lasciamo agli avvoltoi la pena e lo sconforto
L’amabile carogna di un ruolo imposto

Sta succedendo, sì, sta succedendo
Rimettiamoci al comando

Ed ho fatto appena in tempo a respirare
L’istinto di scappare e non volere altro che
Restare e non temere di guardare
Venere al tramonto culla un piccolo mistero interplanetario

Ed ho fatto appena in tempo a respirare
L’istinto di scappare e non volere altro che
Restare e non temere di guardare
Dall’alto il cuore acceso di un vulcano
È uno stupore intenso, straordinario