Rihanna, causa contro la cantante per l’utilizzo di una canzone per la sua linea di cosmetici?

Rihanna sarebbe stata citata in giudizio da due cantanti per aver utilizzato una loro canzone in un post sui social per la sua linea Fenty

Rihanna sarebbe stata citata in giudizio per una canzone utilizzata nel promuovere e pubblicizzare la sua linea di cosmetici, attraverso i social. A riportare la notizia è il sito TMZ che rivela di come l’artista sarebbe stata trascinata in tribunale da un duo musicale tedesco, composto da padre-figlia – King Khan e Saba Lou – che accusa la cantante di aver usato una delle loro tracce in un post su Instagram che pubblicizzava gli accessori del marchio Fenty.

TMZ sarebbe venuto in possesso di questa nuova causa nella quale King e Saba sottolineano di aver creato e di possedere la musica e i testi per una canzone chiamata “Good Habits (and Bad)“, che dicono sia apparsa nel post di RiRi. Nei documenti, affermano che Rihanna non aveva la loro benedizione o il permesso legale, di usare la melodia. La loro teoria è che l’abbia semplicemente copiata da una piattaforma di streaming musicale.

Khan e Lou sarebbero intenzionati a chiedere i danni a Rihanna, sottolineando come l’annuncio abbia ottenuto più di 3,4 milioni di visualizzazioni … e vogliono che smetta di usare la loro canzone.

Al momento, il sito specifica di aver cercato di ottenere una commento dal team della cantante in merito alla vicenda emersa ma non hanno ottenuto alcuna risposta dallo staff di Rihanna.

Intanto, in campo musicale, nei giorni scorsi la cantante era stata al centro delle scuse “pubbliche” da parte di Eminem nel brano Zeus, presente nel disco pubblicato, a sorpresa, dal rapper pochi giorni fa. Eminem ha chiesto perdono alla cantante per un pezzo, leakkato e apparso sul web anni fa, nel quale dichiarava di essere dalla parte di Chris Brown, aggressore di Rihanna nel 2009.

“E mi scuso con tutto il cuore con Rihanna per quella canzone che è trapelata / Mi dispiace, Rih, non era destinata a causare dolore”

I Video di Soundsblog