Random: “‘Sono luce’ l’ho scritta come promemoria per me stesso”

Sono luce, Random: testo, significato e audio della canzone. Ecco le parole del cantante a Soundsblog.it

Sono luce è il titolo del nuovo singolo di Random, uscito in radio oggi, 11 dicembre 2020. Ecco come il cantante ha raccontato il pezzo a Blogo:

“Sono luce” l’ho scritta come promemoria per me stesso. Mi metto per la prima volta dal punto di vista di una madre che raccomanda al proprio figlio di fare attenzione, di ricordarsi da dove si è venuto, dove vuole arrivare rimanendo sempre se stesso.»

Random ha poi rivelato l’ispirazione del progetto:

«L’ispirazione per la canzone è nata proprio in seguito a una chiacchierata al telefono con mia mamma, dopo un po’ di tempo che non la sentivo. Il titolo “Sono Luce” invece nasce proprio perché me lo dicono spesso, tutti quelli che mi conoscono dicono che emano sempre una luce particolare anche nei momenti difficili. Il brano nasce da una mia esperienza personale ma penso che tantissime persone possano riconoscersi e trarne spunto. Quest’anno è stato veramente intenso, sono successe tante cose e stiamo lavorando tantissimo. Montagne Russe contiene tutta quest’avventura e simboleggia come dico sempre la vita, fatta di alti e bassi, di salite e di discese»

Qui sotto audio e testo della canzone

[Ritornello]
Mamma mi chiama, dice: “Mi manchi”
Che sono luce e che non cambio mai
Dalla strada o sopra i palchi
Prendi la strada, io non la cambio mai

Mamma mi chiama, dice: “Mi manchi”
Che sono luce e che non cambio mai
Dalla strada o sopra i palchi
Prendi la strada, io non la cambio mai

[Strofa 1]
Allora chiama una voce che mi chiama
Mi dice: “Stai lontano da ‘sti soldi e dalla fama”
Che la gente ti cerca solo quando ha troppo fame
Ma passeranno gli anni e sarai solo da buttare
Un sogno da realizzare senza più vie di mezzo
Grazie a Dio ste parole mi salgono da sto chiasso
Cercami se mi perdo, guidami nel mio viaggio
Dammi l’ispirazione, fa sì che non sia più un miraggio

[Pre-Ritornello]
Perdere i passi fatti e gli anni che passano
Mi sento sempre uguale, ma cambio
Ricordi che mi riportano indietro alla mia storia

[Ritornello]
Mamma mi chiama, dice: “Mi manchi”
Che sono luce e che non cambio mai
Dalla strada o sopra i palchi
Prendi la strada, io non la cambio mai

Ancora chiama dice: “Mi manchi”
Che sono luce e che non cambio mai
Che non cambio mai che non cambio mai

[Strofa 2]
Ti sei mai chiesto se
Davvero tutti ti amano come li ami te
Ti pugnaleranno alle spalle
Conto sulle dita di una mano i miei alleati
Sopra l’altra solo l’odio che da tempo li ha cambiati
Lascio un punto per un futuro meno scuro e brutto
Il più debole è lo scudo di chi ha sempre avuto tutto
Le parole cambieranno le persone
Solo quando le persone capiranno le parole

[Pre-Ritornello]
Perdere i passi fatti e gli anni che passano
Mi sento sempre uguale, ma cambio
Ricordi che mi riportano indietro alla mia storia
[Ritornello]
Mamma mi chiama, dice: “Mi manchi”
Che sono luce e che non cambio mai
Dalla strada o sopra i palchi
Prendi la strada, io non la cambio mai

Ancora chiama dice: “Mi manchi”
Che sono luce e che non cambio mai
Che non cambio mai che non cambio mai

[Outro]
Ancora, ancora, tornare alla mia storia
Ancora, ancora, un brivido lungo alla schiena
Ancora, ancora, tornare alla mia storia
Ancora, ancora, parlerò di te

I Video di Soundsblog

Ultime notizie su Random

Tutto su Random →