Orietta Berti: “Canto l’amore di una mamma per un figlio gay, basta omofobia”

A Sanremo 2021 con “Quando ti sei innamorato”, l’usignolo di Cavriago dichiara: “Siamo nati per amare, non importa chi”

In gara a Sanremo 2021 con Quando ti sei innamorato”, Orietta Berti porta al Festival un brano dedicato al grande amore della sua vita, Osvaldo Paterlini. Al settimanale Novella 2000 ha raccontato come si sono conosciuti:

“Eravamo alla fiera di Montecchio, in Emilia-Romagna. Mi tremava la voce, ero imbarazzata, ma mi piaceva parlargli. Ai tempi, andare con la corriera in queste situazioni era il massimo del divertimento; ci vado ancora adesso, tutti gli anni, a fare un giretto, forse per rivivere quel giorno”.

La cantante ha ripercorso la brutta avventura del Covid, che ha colpito entrambi, rivelando la sua paura più grande:

“Restare sola, doverci separare. Abbiamo anche litigato con i medici che volevano ricoverarlo in quanto in condizioni più gravi delle mie. Ma noi abbiamo preferito restare a casa, con l’ossigeno e insieme”.

Al marito Orietta deve il fatto di non essersi piegata mai alle logiche del mercato discografico, dichiarando che è rimasta quella di allora solo grazie a lui, “nel lavoro e nella vita”.

Orietta Berti nel cofanetto di inediti inoltre canta l’amore di una mamma per un figlio gay (“Bello che un’artista, diversamente giovane, si esponga a favore del mondo lgbt“, commenta l’intervistatore Gabriele Lazzaro):

“Abbattere la piaga dell’omofobia continua a essere necessario. C’è ancora troppa ignoranza, la strada purtroppo è ancora lunga”.

La cantante infine spiega cosa direbbe a un figlio omosessuale:

“Che siamo nati per amare, non importa chi. Nessuno può né deve negarci questo diritto”.

In passato l’artista aveva fatto per la prima coppia omosessuale unita civilmente a Torino formata da Gianni Reinetti e Franco Perrello, dichiarando per l’occasione a La Stampa:

“Vengo, vengo finalmente a Torino per incontrare Gianni. La sua storia d’amore mi ha fatto sognare. Voglio raccontarla a chi pensa che i gay siano diversi dalle persone normali”.

Infine, un dettaglio sulle vacanze di Orietta e Osvaldo, che le passano con amici gay:

“Da 26 anni faccio le vacanze da loro, a Los Angeles, io e Osvaldo siamo gli etero del gruppo, io frequento solo quella comunità lì. Ho trovato persone davvero deliziose da tutto il mondo, mi sembra di vivere in un film quando vado alle loro feste”.

 

 

I Video di Soundsblog