Non lo dire a nessuno, Gazzelle: ascolta il nuovo singolo, leggi testo e significato

Gazzelle, Non lo dire a nessuno: testo e significato della canzone. Di cosa parla il nuovo singolo, ascolta il brano su Soundsblog

Non lo dire a nessuno è il nuovo singolo di Gazzelle, disponibile dal 18 novembre 2022. Dopo aver annunciato l’unico grande concerto che lo vedrà protagonista il prossimo anno, il 9 giugno 2023 allo Stadio Olimpico di Roma, a quasi un anno dall’ultima release discografica Gazzelle ha deciso di tornare senza preavviso, regalando ai suoi fan nuova musica. Il pezzo è prodotto da Federico Nardelli.

Non lo dire a nessuno, Ascolta la canzone e leggi il significato

Un brano importante, una ballata che, come accade sempre per i brani di Flavio, arriva senza giri di parole nè compromessi all’anima dell’ascoltatore.

“Mi sono bevuto così tante bugie negli ultimi anni che sono sbronzo di me, e non passa con l’aspirina né prendendo a destri il muro. Forse esiste solo una cura per tutto questo mal di testa, ed è trovare piccoli momenti di felicità qua e là, condivisi, protetti, messi al riparo dai temporali che la gente si porta dentro. Per questo e per altri mille motivi, quando sei felice davvero tienilo per te, non lo ostentare, non lo dire a nessuno”

Qui sotto potete ascoltare il pezzo di Gazzelle.

Gazzelle, Non lo dire a nessuno, Testo canzone

Non lo dire a nessuno
quando sei felice e ti gira la testa
Che non importa a nessuno
Se tutto va bene e ti senti leggero

Che non ti prende nessuno
se cadi a 200 chilometri a terra
Dal tul pezzo di cielo
Né il tuo amico piu vero
Né le foglie di un albero che sfiorano tutto

Io mi sono bevuto tutto
io mi sono bevuto tutto
io mi sono bevuto tutto, tutto, tutto
Ho preso tutte le mie bugie
tre litri e mezzo di malinconie
la spazzatura delle tue follie
Le mie

Non lo dire a nessuno
quando sei felice e ti senti al sicuro
Che non importa a nessuno
Se tutto va bene e ti senti un po’ meglio

Che non ti salva nessuno
se corri piu veloce più forte del vento
Che non ti sposta ma tremi
come un’antenna sul tetto
come quando mi odiavi e mi strillavi tutto

io mi sono bevuto tutto,
io mi sono bevuto tutto
io mi sono bevuto tutto, tutto, tutto
Ho preso tutte le mie bugie
3 litri e mezzo di malinconie
la spazzatura delle tue follie
Le mie

Forse spero
che tutto ti diventi meno brutto
ma per davvero
non come gli specchi dei negozi
che sfinano tutto

Io mi sono bevuto tutto
io mi sono bevuto tutto
io mi sono bevuto tutto, tutto, tutto
Ho preso tutte le mie bugie
tre litri e mezzo di malinconie
la spazzatura delle tue follie
Le mie

io mi sono bevuto tutto
io mi sono bevuto tutto
io mi sono bevuto tutto
io mi sono bevuto tu…