Morire Morire, Fedez: ascolta la canzone che anticipa l’album ‘Disumano’

Fedez, Morire morire: testo e significato della canzone tratta dall’album “Disumano”. Ascolta il brano su Soundsblog (video)

Morire morire è un brano di Fedez che anticipa l’uscita del nuovo disco, Disumano.

Il rapper ha condiviso la canzone poche ore dopo l’annuncio dell’album, rilasciando il pezzo a mezzanotte del 2 novembre. In “Disumano” sono presenti numerosi featuring e anche tutte le hit rilasciate nei mesi scorsi: da Bimbi per strada a Meglio del cinema, passando per Chiamami per nome e Mille (tormentone dell’estate 2021 inciso insieme ad Achille Lauro e Orietta Berti).

Morire morire, significato canzone

Il brano è una sorta di bilancio, di giochi di parole e riferimenti. Si parte dal maturare e dalla responsabilità (“Esci, mi hai detto: “Esci”, Come se non li sapessi i miei difetti, Cresci, mi hai detto: “Cresci”) ai sogni ed episodi del passato, alla passione che prende improvvisamente forma e il passato diventa qualcosa di lontano, una persona che ora non siamo più. E poi arriva il sentimento, dall’eros impulsivo alla ricerca delle certezze e dei punti fermi (“Poi ti ho cercata tutti i sabati Come un figli0 di putt*na cerca un alibi”)

Morire morire, video ufficiale

Il video ufficiale, rilasciato insieme al brano in streaming e download digitale, vede Fedez camminare accanto a due guardie del corpo prima di finire travolto dalla violenza della folla. C’è chi lo insulta, chi gli sputa addosso, fino ad un gruppo di persone che lo prendono a colpi di manganello. Crolla a terra, viene rialzato, legato con una camicia di forza e portato di fronte ad alcuni fedeli, seduti, prima che un uomo -vestito da prete- lo pugnali al cuore. La clip termina con una serie di spari da parte di forze speciali, armate fino ai denti.

Clicca qui per vederlo.

Morire morire, audio canzone

Fedez, Morire morire, testo canzone

Esci, mi hai detto: “Esci”
Come se non li sapessi i miei difetti
Cresci, mi hai detto: “Cresci”
Tacco alto e piedi freddi, mi calpesti
Non vedi l’ora che io vada in tour
Così per un mese mi levo dal cazzo
Ma poi mi richiami e ne vuoi di più
Come gli immobili del Vaticano
E i miei piccoli errori di gioventù
Se c’è l’amore, li paghi di più
Scusa, ogni tanto mi torna su
Anche se ho smesso con tutto già da qualche anno

Poi ti ho cercata tutti i sabati
Come un figlio di putt*na cerca un alibi

Morire, morire, morire, morire
Morire, morire, morire, morire
Morire, morire per te
Morire, morire, morire
Ogni cazz0 di volta, morire per te
Come se stanotte fosse l’ultima
Morire, morire, morire
Per quello che conta, per le proprie idee
Morire, morire, morire
Ogni cazz0 di volta, morire per te
E poi svegliarmi a pezzi come gli hooligan

Medicinali, compressi
‘Sti ragazzini quando gli va bene sono depressi
Del resto non hanno mai avuto le notti ai concerti
E lo sai che un pochino mi manca sc0parti nei cessi
Mi ricordo la notte che hai detto: “Dolcetto o scherzetto?”
E io che pensavo soltanto a riempirti come un palazzetto, va bene lo ammetto
Sei più di un giochetto, sei cento per cento
Dio solo sa quante volte ho sognato di venirti dentro, cuore maledetto

Poi ti ho cercata tutti i sabati
Come un figlio di puttan* cerca un alibi

Morire, morire, morire, morire
Morire, morire, morire, morire
Morire, morire per te
Morire, morire, morire
Ogni cazzo di volta, morire per te
Come se stanotte fosse l’ultima
Morire, morire, morire
Per quello che conta, per le proprie idee
Morire, morire, morire
Ogni cazzo di volta, morire per te
E poi svegliarmi a pezzi come gli hooligan

(Esci, mi hai detto: “Esci”)
(Come se non li sapessi, mi hai detto: “Esci”)
Come se stanotte fosse l’ultima
E poi svegliarmi a pezzi come gli hooligan
Come se stanotte fosse l’ultima

Ultime notizie su Fedez

Tutto su Fedez →