La Felicità: il nuovo singolo di Giovanni Truppi (Testo e Video)

Dal 30 settembre, è disponibile La Felicità, il nuovo singolo di Giovanni Truppi, scritto con Niccolò Contessa e Marco Buccelli.

Dopo essersi fatto conoscere al grande pubblico con la partecipazione al Festival di Sanremo di quest’anno con la canzone Tuo padre, mia madre, Lucia e dopo aver pubblicato quest’estate il singolo Alcune Considerazioni, Giovanni Truppi pubblica oggi, venerdì 30 settembre 2022, un altro singolo inedito, dal titolo La Felicità.

Scritto e prodotto insieme a Marco Buccelli e Niccolò Contessa, La Felicità rappresenta una nuova anticipazione del nuovo album del cantautore e musicista napoletano che, in concomitanza con la sua partecipazione a Sanremo, quest’anno, ha pubblicato la raccolta Tutto l’universo.

Anche il video della canzone, diretto da Aldo Giannotti e Viktor Schaider, è disponibile da oggi.

Giovanni Truppi – La Felicità: significato canzone

Il testo della canzone parla della continua e infinita ricerca della felicità da parte dell’uomo.

Il protagonista della canzone è talmente impegnato nella ricerca, forse inutile, della felicità quasi da non accorgersi degli altri eventi della vita che avvengono attorno a lui.

Giovanni Truppi – La Felicità: ascolta la canzone

Clicca qui per ascoltare la canzone e per vedere il video ufficiale.

Giovanni Truppi – La Felicità: testo

Il gatto è scappato di casa
mentre cercavo la felicità
l’ho visto uscire dalla finestra
mentre cercavo la felicità.
Avrei potuto corrergli dietro,
avrei potuto chiedere aiuto,
avrei potuto ma ero troppo impegnato
a cercare la felicità.

Antonio ha avuto un brutto periodo
mentre cercavo la felicità
l’ho visto piangere e chiedere aiuto
mentre cercavo la felicità
ho perso tutti i capelli
mentre cercavo la felicità
si è fatta notte ed è finita la festa
mentre cercavo la felicità.

Cercavo di qua, cercavo di là
Stavo cercando la felicità
Andavo di qua e andavo di là
Mentre cercavo la felicità.

Mia figlia ha imparato a parlare
mentre cercavo la felicità
c’era una nuvola e poi c’era il sole
mentre cercavo la felicità
il vento mi accarezzava
mentre cercavo la felicità
pure Marina ha trovato lavoro
e adesso deve cambiare città.

Cercavo di qua, cercavo di là
Stavo cercando la felicità
Andavo di qua e andavo di là
Mentre cercavo la felicità.

Papà e mamma sono invecchiati
mentre cercavo la felicità
vivono soli in case giganti
mentre io cerco la felicità
qualche volta vorrei andare a trovarli
ma mi organizzo sempre troppo tardi
perché cerco la felicità
senza trovare la felicità.

Cercavo di qua, cercavo di là
Stavo cercando la felicità
Andavo di qua e andavo di là
Mentre cercavo la felicità.
Cercavo di qua, cercavo di là
Stavo cercando la felicità
Andavo di qua e andavo di là
Mentre cercavo la felicità.

Guardavo la mia vita cercando di capire
se guardandola da fuori mi sarebbe sembrata bella
e mi sembrava di sì ma intanto cercavo sempre la felicità.
Ogni volta che mi mancava qualcosa, pensavo, sarà questa la felicità
poi ce l’avevo e capivo che non era quella
e giù ancora a cercare la felicità.

Ma come fai a trovare qualcosa che non sai che cos’è?
La forma, il colore, il verso, l’odore
la lingua che parla o almeno una mappa
un’orizzonte verso il quale puntare
e un mezzo di locomozione per poterci arrivare.

E se arrivi a trovare qualcosa poter capire cos’è
se è un premio o una scusa, una madre o una rosa
se è un uomo, una donna, un bambino, un animale o un ideale.

Io la felicità me la immagino con le ali
leggera come la primavera e piena di misericordia
senza nessuno da battere e niente da dichiarare
chiara, come l’arrivo dell’ora legale.

Cercavo di qua, cercavo di là
Stavo cercando la felicità
Andavo di qua e andavo di là
Mentre cercavo la felicità.
Cercavo di qua, cercavo di là
Stavo cercando la felicità
Andavo di qua e andavo di là
Mentre cercavo la felicità.