I Grammy Awards 2021 celebrano Beyoncé (con un record storico). Bene Taylor Swift e Billie Eilish

Grammy Awards 2021, record per Beyoncé che conquista 28 vittoria nella sua carriera. Bene Taylor Swift, Billie Eilish e Harry Styles

Accompagnati da polemiche e da critiche (inutile negarlo, l’esclusione di The Weeknd sarà difficile da dimenticare), i Grammy Awards 2021 si sono svolti questa notte, con un trionfo di girl power sul palco e alcuni record che hanno segnato la storia. Vediamo insieme i fatti più eclatanti della serata.

Partiamo dal primato ottenuto da Beyoncé. La vincitrice della categoria Best New Artist, Megan Thee Stallion, e Beyoncé hanno raggiunto un traguardo importante prima ancora che i premi televisivi iniziassero, durante la cerimonia di premiazione pre-spettacolo, quando sono diventate la prima collaborazione tutta al femminile a vincere Best Rap Performance grazie a “Savage”. Più tardi, quando il brano ha vinto anche nella categoria Best Rap Song  a metà della trasmissione televisiva della CBS, il presentatore Trevor Noah ha dichiarato, rivolgendosi a Beyoncé: “Prima che tu lasci il palco, vogliamo che tutti sappiano che in questo momento la storia dei Grammy è stata fatta!”

Il motivo? Aveva pareggiato il numero di Grammy Awards vinti nella carriera, con quelli di Alison Krauss, a quota 27. Poi, ecco “il colpo di scena”. Jimmy Jam ha annunciato che la sua canzone politica “Black Parade” aveva vinto come Best R&B Performance. E con questo premio, Beyoncé ha stabilito un nuovo record per il maggior numero di Grammy vinti di sempre da un’artista donna e da qualsiasi cantante, maschio o femmina. Parliamo di 28 statuette…

“Oh mio Dio, sono così onorata, sono così eccitata. Grazie. Come artista, credo che il mio lavoro e tutti i nostri lavori riflettano i tempi. Ed è stato un momento così difficile. Quindi, volevo elevare, incoraggiare, celebrare tutte le bellissime regine e re neri che continuano a ispirarmi e ispirare il mondo intero. Questa cosa è così travolgente. Ho lavorato tutta la mia vita, da quando avevo nove anni. E non posso credere che sia successo. È una notte così magica, grazie mille. So che mia figlia sta guardando. … Blue, congratulazioni, hai vinto un Grammy stasera. “

Eh sì, perché la giovanissima figlia di Beyoncé, Blue Ivy Carter, ha vinto un Grammy per il miglior video musicale per “Brown Skin Girl”, dove appariva. Questa vittoria ha stabilito Blue Ivy, nove anni, come la seconda più giovane vincitrice di un Grammy in assoluto (dopo la cantante della colonna sonora di O Brother, Where Art Thou? Leah Peasall, che aveva otto anni al momento della sua vittoria nel 2001).

Nel frattempo, sempre nella serata, Taylor Swift è diventata la prima donna a vincere per tre volte il premio Album of the Year, un’impresa raggiunta in precedenza solo da altri tre artisti: Frank Sinatra, Stevie Wonder e Paul Simon. La vittoria di Swift per il suo disco Folklore ha fatto seguito ai suoi rispettivi riconoscimenti di Album dell’anno 2010 e 2016 per Fearless e 1989. Swift ha accettato il suo terzo trofeo Album dell’anno insieme ai suoi collaboratori del Folklore, Aaron Dessner del National (che l’ha definita “uno dei i più grandi cantautori viventi ”) e il produttore Jack Antonoff.

Molto bene anche Billie Eilish, che ha ottenuto il premio finale della serata, Record of the Year, per “Everything I Wanted”. La cantante, nel ringraziare, ha dedicato quasi tutta la sua accettazione a Megan, sostenendo che “Savage” avrebbe invece dovuto vincere al suo posto.

Primo Grammy ottenuto, anche, da Harry Styles, grazie a Watermelon Sugar. La sua vittoria ha infiammato Twitter e i social, con i fan del cantante entusiasti per il primo Geammy Award conquistato dall’ex One Direction.