Franco Battiato, il funerale in forma privata: le parole del fratello Michele e il ricordo del Maestro

Franco Battiato è morto: le parole e il ricordo del fratello Michele. I funerali del cantautore saranno in forma privata

La notizia della morte di Franco Battiato è arrivata nelle prima ore di questa mattina, provocando un’ondata di tristezza e dolore negli amici del cantante e nei numerosi fan del cantautore. Lui, artista in tutte le sfumature, si era ritirato da alcuni anni e la famiglia aveva mantenuto il riserbo e la discrezione che da sempre ha accompagnato la sua vita. E il fratello Michele, in un’intervista al Corriere, ha raccontato gli ultimi anni di vita di Franco e assicurando un addio privo di sofferenza:

“Nelle ultime ore non ha capito, non c’era più, per sua fortuna avvolto da un coma profondo..”

I funerali di Franco Battiato saranno privati, saranno pochissime le persone ammesse per l’addio al cantautore. Niente telecamere, discrezione e un’intima cerimonia:

Ho chiamato un sacerdote nostro amico che conosceva e parlava con Franco. Ci sarà lui a benedire, accanto a noi, pochissimi, quasi gli stessi che mio fratello ha avuto vicini in questi mesi di sofferenza. Nessun altro. Ecco perché abbiamo pensato al servizio d’ordine…

Gli ultimi anni non sono stati facili per Franco Battiato ma ha sempre potuto contare sull’amore della famiglia, accanto a lui. E, appunto, del fratello Michele, che ricorda queste ultime settimane non facili:

Franco cominciava da giorni a perdere le facoltà. Si è arrivati a un deperimento organico per cui, pian piano, si è, come posso dire? Si è quasi asciugato. Non si è accorto del trapasso. Circondato da me, mia moglie, mio genero, i nipoti, i collaboratori e due medici che non ci hanno mai lasciato…

C’è un servizio d’ordine intorno all’abitazione, nella villa di Milano, in Sicilia. Ed è giusto che così sia, con l’affetto dei cari durante le ore dei funerali e dell’addio (alla vita terrena) del Maestro.

La sua musica, quella sì, invece, risuonerà per sempre in tutto il nostro Paese.