Fotoromanza, Gianna Nannini: testo e significato canzone

Gianna Nannini, Fotoromanza: testo e significato della canzone. Ecco di cosa parla il brano e chi è autore del pezzo. Ascolta il pezzo

Fotoromanza è una canzone di successo di Gianna Nannini, pubblicata nel 1984.

Fotoromanza, Anno

Fotoromanza è stata rilasciata nel 1984 ed è tratta dall’album Puzzle. Sempre in quell’anno, vinse anche il Festivalbar. Ha conquistato la vetta della classifica italiana, restando uno dei grandi successi della carriera di Gianna Nannini. Anche in Svizzera ebbe un riscontro importante, arrivando fino al quarto gradino, e anche in Germania.

Fotoromanza, autore e significato canzone

Nella canzone, con la collaborazione di Raffaella Riva nel testo e componente del Gruppo Italiano, la Nannini ironizza sui luoghi comuni delle storie d’amore, con il frasario tipico dei fotoromanzi, in tema di litigi e di stati d’animo degli innamorati protagonisti. Ecco quindi le frasi da fotoromanzo con una melodia ad ampio respiro tipica di una romanza e la sensazione drammatica provata dalla coppia.

Gianna Nannini, Fotoromanza, ascolta la canzone

Qui sotto potete ascoltare, in streaming, Fotoromanza:

Gianna Nannini, Fotoromanza, Testo

Se la sera non esci
Ti prepari un panino mentre guardi la TV
Anche tu?
Ti addormenti con qualcuno
Che alla luce del giorno non conosci più
Anche tu?
Ti telefono o no, ti telefono o no
Ho il morale in cantina
Mi telefoni o no, mi telefoni o no
Chissà chi vincerà
Poi se ti diverti
Non la metti da parte un po’ di felicità
Anche tu?
Io vorrei sognarti, ma
Ho perduto il sonno e la fantasia
Anche tu
Ti telefono o no, ti telefono o no
Io non cedo per prima
Mi telefoni o no, mi telefoni o no
Chissà chi vincerà
Questo amore è un camera a gas
È un palazzo che brucia in città
Questo amore è una lama sottile
È una scena al rallentatore
Questo amore è una bomba all’hotel
Questo amore è una finta sul ring
È una fiamma che esplode nel cielo
Questo amore è un gelato al veleno
Io non riesco a dirlo
È che ti vorrei soltanto un po’ di più
Anche tu?
Io vorrei toccarti
Ma più mi avvicino più non so chi sei
Anche tu?
Ti telefono o no, ti telefono o no
Io non cedo per prima
Mi telefoni o no, mi telefoni o no
Chissà chi vincerà
Questo amore è un camera a gas
È un palazzo che brucia in città
Questo amore è una lama sottile
È una scena al rallentatore
Questo amore è una bomba all’hotel
Questo amore è una finta sul ring
È una fiamma che esplode nel cielo
Questo amore è un gelato al veleno