Federico Rossi: Ti Penso Spesso è il nuovo singolo (Testo e Video)

Dopo il successo della scorsa estate con Movimento Lento e Non è mai troppo tardi, Federico Rossi torna con un nuovo singolo.

Dopo i successi ottenuti la scorsa estate con la collaborazione con Annalisa per il singolo Movimento Lento, uno dei tormentoni dell’estate 2021 certificato doppio Disco di Platino, e dopo il singolo Non è mai troppo tardi, certificato Disco di Platino, Federico Rossi torna con un nuovo singolo.

Il brano, prodotto da Michele Canova, si intitola Ti Penso Spesso ed è disponibile da oggi, 25 marzo, negli store digitali e sulle piattaforme streaming.

Federico Rossi, Ti Penso Spesso: significato canzone

Stando alle dichiarazioni ufficiali di Federico Rossi, il testo di Ti Penso Spesso parla “di un rapporto che diventa un ricordo che bussa in maniera assillante nelle vite dei protagonisti” della canzone, distanti ma “inevitabilmente collegati da un filo invisibile”.

Con questa canzone, il cantante modenese ha voluto raccontare “una relazione vissuta al massimo e consumata tanto da rimanerne folgorati”, “fino a quando succede qualcosa che fa mettere tutto in discussione” e “ci troviamo soli davanti ad un castello di sabbia sgretolato”.

Federico Rossi, Ti Penso Spesso: ascolta la canzone

Clicca qui per ascoltare la canzone.

Federico Rossi, Ti Penso Spesso: testo

Ti penso spesso
E sono in strada per venire
A dirti quanto ci sto male
Quando siamo tristi
E drogala la notte
Per non annoiarci
E smettila di scrivere mi manchi.

Ti sembro freddo ormai da un po’
Che è un paradosso per uno così
Che vado a fuoco e vomito
Se penso di deluderti
Ricordi le ultime volte insieme
Non credo non eri mai lì con me
Stanotte voglio rifarlo bene anche se non conviene.

Ti penso spesso
E sono in strada per venire
A dirti quanto ci sto male
Quando siamo tristi
E drogala la notte
Per non annoiarci
E smettila di scrivere mi manchi.

Cosa rimane di me
Se stanotte mi lasci ancora
Cosa rimane di te
Una stanza ed un film su Roma
Un bacio sulla fronte e
All’improvviso un bicchiere che si rompe e
Un gran casino per altre cento volte noi
In paradiso cento volte noi
Ma non mi fido
Sono ridicolo.

Che dentro hai guerre già lo so
Sono al riparo lo vedo da qui
Volano in aria dei proiettili
Anche se.

Ti penso spesso
E sono in strada per venire
A dirti quanto ci sto male
Quando siamo tristi
E drogala la notte
Per non annoiarci
E smettila di scrivere mi manchi.

Cosa rimane di me
Se stanotte mi lasci ancora
Cosa rimane di te
Una stanza ed un film su Roma
Un bacio sulla fronte e
All’improvviso un bicchiere che si rompe e
Un gran casino per altre cento volte noi
In paradiso cento volte noi
Ma non mi fido.

E allora va bene
Facciamoci male
Tanto mi hai già messo KO
Tanto mi hai già messo KO.

Cosa rimane di me
Se stanotte mi lasci ancora
Cosa rimane di te
Una stanza ed un film su Roma
Un bacio sulla fronte e
All’improvviso un bicchiere che si rompe e
Un gran casino per altre cento volte noi
In paradiso cento volte noi
Ma non fido
Sono ridicolo.