Anna e Marco, Lucio Dalla: ascolta la canzone, testo e significato

Lucio Dalla, Anna e Marco: testo e significato canzone, di cosa parla il brano, ascolta il pezzo su Soundsblog.it

Anna e Marco è una canzone di Lucio Dalla, tratta dal disco “Lucio Dalla”, pubblicato nel 1979, Dentro all’album è presente anche il pezzo “L’anno che verrà”, uno dei classici della carriera del cantautore bolognese.

Lucio Dalla, Anna e Marco, Significato canzone

La canzona parla della storia d’amore tra Anna e Marco, coppia al centro di una visione pessimista del futuro e dei progetti. I due si incontrano in discoteca. Si sentono incompleti, sfiduciati ma “sono solo giovani” sottolinea il cantante, nel raccontare questo giovane amore appena nato. E il lieto fine è possibile (“Marco voleva andarsene lontano, Qualcuno li ha visti tornare, Tenendosi per mano”).

Anna e Marco, Ascolta la canzone

Qui sotto potete ascoltare “Anna e Marco” di Lucio Dalla:

Lucio Dalla, Anna e Marco, Testo canzone

Anna come sono tante
Anna permalosa
Anna bello sguardo
Sguardo che ogni giorno perde qualcosa
Se chiude gli occhi lei lo sa
Stella di periferia
Anna con le amiche
Anna che vorrebbe andar via
Marco grosse scarpe e poca carne
Marco cuore in allarme
Con sua madre e una sorella
Poca vita, sempre quella
Se chiude gli occhi lui lo sa
Lupo di periferia
Marco col branco
Marco che vorrebbe andar via
E la luna è una palla ed il cielo è un biliardo
Quante stelle nei flippers, sono più di un miliardo
Marco dentro a un bar non sa cosa farà
Poi c’è qualcuno che trova una moto e si può andare in città
Anna bello sguardo, non perde un ballo
Marco che a ballare sembra un cavallo
In un locale che è uno schifo
Poca gente che li guarda, c’è una checca che fa il tifo
Ma dimmi tu dove sarà
Dov’è la strada per le stelle
Mentre ballano
Si guardano e si scambiano la pelle e cominciano a volare
Con tre salti sono fuori dal locale
Con un’aria da commedia americana
Sta finendo anche questa settimana
Ma l’America è lontana
Dall’altra parte della luna
Che li guarda e anche se ride
A vederla mette quasi paura
E la luna, in silenzio, ora si avvicina
Con un mucchio di stelle cade per strada
Luna che cammina, luna di città
Poi passa un cane che sente qualcosa, li guarda, abbaia e se ne va
Anna avrebbe voluto morire
Marco voleva andarsene lontano
Qualcuno li ha visti tornare
Tenendosi per mano