Sanremo 2020, cosa è successo tra Bugo e Morgan? Le dichiarazioni

La squalifica di Bugo e Morgan per defezione porta a galla le tensioni tra i due artisti negli ultimi giorni.

Dopo la squalifica per defezione, si cerca di capire cosa sia successo tra Bugo e Morgan e se sia possibile un ritorno in gara, o quantomeno in scena, del solo Bugo, come auspicato dal suo entourage. A fine serata, però, Amadeus ha decretato la squalifica della coppia: vedremo se il brano sarà ricantato domani, nel corso della finale, dal solo Bugo per non lasciare al pezzo l'aura della squalifica. In passato (correva il Sanremo 2008) successe a Loredana Berté di essere squalificata dalla gara, ma di avere da Pippo Baudo l'occasione di non sparire dalla competizione e di ricantare il proprio pezzo in diretta tv. Ma Pippo è Pippo e il rapporto con Loredana altrettanto particolare.

Ma andiamo con ordine, partendo dalle tensioni della terza serata, quella dei duetti.

La versione (dello staff) di Bugo


Con una comunicazione inviata all'alba, Morgan metteva in dubbio la sua partecipazione per la scarsità delle prove e l'impossibilità di portare a termine l'esibizione come desiderato.

"Cosa è successo nelle prove dei duetti? Hanno provato male e tardi per delle partiture continuamente sbagliate. Morgan voleva fare il direttore d’orchestra, il pianista e forse anche il conduttore..."

precisa lo staff di Bugo, che si domanda anche perché il cantautore, che ha firmato musica e testo del brano, debba essere qualificato, visto che la responsabilità 'materiale' del cambiamento del testo (a memoria non ammesso a termini di regolamento) è da attribuire a Morgan.

 

Vero è, però, che è stato Bugo a lasciare il palco per primo e che i due non sono più tornati ad esibirsi. Possibile che si configuri un 'recupero' del solo Bugo in quanto autore del brano in gara? Lo staff inoltre svela l'esistenza di un accordo nel quale Morgan si impegnava a non offendere nessuno, Rai inclusa (e verrebbe da pensare si tratti di un accordo 'extra' regolamento di Sanremo).

La versione di Morgan


A notte inoltrata arrivano le dichiarazioni rilasciate da Morgan ad Ernesto Assante per la Repubblica.

"Senza di me Bugo non avrebbe certamente fatto il Festival ma non mi sarei mai aspettato che un gesto di bontà sarebbe stato ricambiato con dello sciacallaggio. Bugo è caduto vittima di una gestione che lo ha caricato a molla contro di me"

dice Morgan. I motivi di questo 'caricamento a molla' restano oscure, mentre Morgan si definisce vittima:


"Bugo è arrivato al punto di voler presente il suo manager a ogni incontro [...] alla fine tutto si è rotto".

La rottura definitiva sarebbe avvenuta proprio durante la serata dei duetti:

"Un'Odissea ma faccio un'impresa eroica e andiamo in scena. [...]  E lì Bugo, senza badare a quello che era previsto e concordato anche con la regia, va davanti e canta tutta la canzone, non solo il pezzo che doveva cantare. Come quei dilettanti che vogliono andare avanti a tutti per farsi notare e fare i protagonisti. E’ stato un gesto di sfida nei miei confronti [...] lui voleva liberarsi di me e ho pensato a una contromossa”.

L'idea è stata quella di rovinare la canzone di Bugo così come Bugo aveva rovinato/sabotato quella di Endrigo con una versione riscritta fino all'ultimo minuto che Morgan definisce 'ironico'. Ma alla fine "lui voleva liberarsi di me e io invece mi sono liberato di lui con le parole”.

E non finisce qui.

  • shares
  • Mail