Giò Sada, Deserto è il nuovo singolo: testo e audio

Nuovo singolo, tour, cinema e televisione: periodo ricco per Giò Sada.

gio-sada-tour.jpg

E' un periodo bello ricco per Giò Sada, vincitore della nona edizione di X Factor Italia. Partiamo dalla musica: venerdì 2 dicembre uscirà il nuovo nuovo singolo, Deserto, estratto dall'album Volando al Contrario. Un brano che vuol richiamare "la bellezza delle cose semplici di casa".

Il giorno prima, il 1 dicembre, partirà da Roma (Quirinetta) il suo primo tour post-talent, dove sarà ovviamente accompagnato dalla storica band BariSmoothsQuad: otto le date già annunciate, organizzate da BarleyArts. Dopo Roma, toccherà Roncade (2 dicembre, New Age), Cesena (3 dicembre, Vidia Club), Bari (10 dicembre, Demodè), Torino (15 dicembre, Chalet del Valentino), Firenze (16 dicembre, Viper Club), Senigallia (17 dicembre, Mamamia) con chiusura a Milano (18 dicembre, Serraglio).

Sempre dal 1 dicembre, poi, Sada sarà al cinema come voce della colonna sonora del film d’animazione Rock Dog, mentre dal 6 dicembre sarà su Sky Arte con l'esclusivo rockumentary in quattro puntate di Jack On Tour, il viaggio musicale di Jack Daniel’s dove sarà protagonista con Joe Bastianich.

"Non sempre due persone, pur profondamente legate, vogliono le stesse cose: talvolta una delle due viene presa dalla frenesia di correre lontano, fare esperienze, appropriarsi del mondo, per paura di perdere qualcosa d’importante. L’altro resta a casa e attende, nella consapevolezza che le cose più importanti non sono là fuori. Il riff di chitarra che attraversa questo brano ha una ritmica quasi da canzone popolare, come un richiamo che riecheggia ricordando la bellezza delle cose semplici di casa".


Giò Sada, Deserto, Lyrics


Mi capita spesso di sentirmi solo in un deserto
e di esserci arrivato senza un vero perché
ricordi, quando partisti all'alba quel giorno
di quanto amavi l’idea che non ci fosse un ritorno

Il tempo scorre
qui il tempo scorre
aspettando
aspettando te
il tempo morde
lasciami un segno sulla pelle di un colore indelebile

E non ne sento il bisogno, sai, di parole che consolano
perché un uomo oramai, deve sapersi consolare da sé
sapessi, quante battaglie affronto ogni giorno
e vorrei averti a fianco
e vorrei nulla attorno

Qui il tempo scorre
aspettando
aspettando te
il tempo morde
lasciami un segno sulla pelle di un colore indelebile


  • shares
  • Mail