Whitney Houston, sono passati 10 anni dalla sua morte: venti curiosità sulla cantante che forse non sapevi

Whitney Houston è morta l’11 febbraio 2022, sono passati dieci anni dalla sua scomparsa. Notizie e curiosità sulla star indimenticabile

Sono passati esattamente dieci anni dalla morte di Whitney Houston. La scomparsa della cantante fu una notizia improvvisa, avvenuto ad appena 48 anni, in una stanza del Beverly Hilton Hotel, a Beverly Hills. La causa del decesso fu legata ad un annegamento accidentale nella vasca da bagno della sua stanza. Il ricordo della cantante è indelebile, immortale e la sua voce resta una delle più intense e raffigurative degli anni 90 e 2000. Per omaggiare Whitney Houston, ecco alcune curiosità e notizie che forse non sapevate ancora.

  • Il suo vero nome è Whitney Elizabeth Houston, è nata a Newark, nel New Jersey, il 9 agosto 1963. Il padre della Houston era un veterano dell’esercito della seconda guerra mondiale.
  • La sua madrina era la cantante Darlene Love, cantante del gruppo femminile del 1960 The Blossoms.
  • All’inizio degli anni ’70, Houston incontrò Aretha Franklin in uno studio di registrazione quando aveva solo 9 o 10 anni. Il rapporto crebbe tra le loro famiglie e Franklin alla fine divenne la zia onoraria di Houston.
  • La prima esibizione musicale da solista di Houston risale al 1973, quando aveva solo 11 anni. Ha cantato “Guide Me, O Thou Great Jehovah” presso la New Hope Baptist Church di Newark, NJ.
  • Quando aveva solo 15 anni, ha avuto l’opportunità di cantare come voce di sottofondo per il singolo di successo di Chaka Khan del 1978, “I’m Every Woman”. Anni dopo, Houston ha interpretato la canzone da adulta
  • All’inizio degli anni ’80, un fotografo notò la Houston mentre cantava con sua madre alla Carnegie Hall e le offrì un lavoro da modella. Houston ha continuato a posare per diverse riviste femminili tra cui Glamour, Cosmopolitan e Young Miss. È stata anche una delle prime donne afroamericane in assoluto sulla copertina della rivista Seventeen.
  • Nel 1983, Gerry Griffith, un rappresentante di A&R della Arista Records, vide Whitney esibirsi con sua madre in una discoteca di New York. Convinse il suo capo alla Arista Records, Clive Davis, ad andare a uno dei suoi spettacoli. Rimase così colpito da farle firmare subito un contratto discografico ed è stata la principale forza trainante della sua rapida ascesa alla celebrità.
  • Quando aveva solo 22 anni, il suo album di debutto, intitolato Whitney Houston (1985), raggiunse la prima posizione nella classifica degli album di Billboard in cima alla classifica. È rimasto per 14 settimane non consecutive grazie alla grande trasmissione radiofonica delle sue canzoni di successo “Saving All My Love for You” e “How Will I Know”.
  • Ha vinto il suo primo Grammy nel 1986 per la canzone “Saving All My Love for You”. Il premio è stato consegnato a Houston da sua cugina, Dionne Warwick.
  • Nel 1987, Michael Jackson voleva che Whitney Houston registrasse “I Just Can’t Stop Loving You” con lui. La sua richiesta è stata respinta.
  • I primi due album di Whitney Houston, Whitney Houston (1985) e Whitney (1987), sono due degli album più venduti di tutti i tempi.
  • Houston ha cantato “The Star Spangled Banner” al Super Bow; XXV nel 1991 durante la Guerra del Golfo. La registrazione è stata così commovente che è stata pubblicata come singolo che è diventato disco di platino.
  • Il colore preferito di Whitney era il viola, quindi l’intera festa nuziale ha indossato abiti nella tonalità. I testimoni dello sposo indossavano persino smoking viola con scarpe eleganti in alligatore abbinate su misura.
  • Whitney Houston ha recitato in diversi film durante la sua carriera, tra cui The Bodyguard (1992), Waiting to Exhale (1995), The Preacher’s Wife (1996), Cenerentola (1997) e Sparkle (2012).
  • Joan Jett, Pat Benatar, Olivia Newton-John, Madonna, Debbie Harry, Janet Jackson, Terri Nunn, Kim Carnes e Dolly Parton sono stati tutti considerati per il ruolo di Rachel Marron nel film del 1992, The Bodyguard. Kevin Costner, che era anche produttore del film, voleva Whitney Houston nel ruolo. Inoltre non voleva che prendesse lezioni di recitazione. Voleva che Houston agisse in modo naturale e fosse semplicemente se stessa.
    The Bodyguard ha incassato più di 121 milioni di dollari negli Stati Uniti e 410 milioni di dollari in tutto il mondo.
  • Houston ha subito un aborto spontaneo nel 1992 durante le riprese di The Bodyguard, ma il giorno successivo è tornata sul set. Ha parlato con Barbara Walters della sua esperienza nel 1993.
  • Oprah Winfrey ha intervistato Houston nel settembre 2009. Durante l’intervista, Houston ha rivelato che il suo uso di droghe era leggero prima di The Bodyguard. Ma dopo l’enorme successo del film, nel 1996, l’uso di droghe è diventato una “cosa di tutti i giorni”. Nel maggio 2011, Houston si è iscritta a un programma di riabilitazione dalla droga e dall’alcol.
  • Ha vinto sei Grammy, 30 Billboard Music Awards e 22 American Music Awards in 25 anni di carriera. Secondo il Guinness dei primati, è stata la cantante donna più onorata con oltre 400 premi.
  • Il 9 febbraio 2012, Whitney Houston ha fatto la sua ultima apparizione pubblica, unendosi a Kelly Price e cantando “Jesus Loves Me”.
  • Il suo ex marito, Bobby Brown, ha appreso della morte di Houston solo poche ore prima di salire sul palco in un concerto precedentemente programmato nel Mississippi. Durante il concerto, Brown è stato visto mentre mandava baci in cielo e diceva in lacrime “Ti amo, Whitney”.