Terra di confine, Nesli e Raige: testo, video, significato della canzone

Terra di confine: testo, video, significato della nuova canzone di Nesli e Raige in uscita venerdì 24 giugno 2022

Porta per titolo ‘Terra di confine’, il nuovo singolo di Nesli e Raige, in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali da venerdì 24 giugno 2022. Prodotto da Nesli e Rufio, il nuovo inedito che segue la pubblicazione di ‘Confessione – Story’, ‘Lazarus’ e ‘Il Male Minore’ e ‘Polvere da Sparo’ con Jack the Smoker, usciti nei mesi scorsi, parte integrante del progetto musicale di Nesli, pubblicato e distribuito da Artist First.

Terra di confine, Nesli e Raige: significato

Francesco Tarducci (vero nome di Nesli) ha spiegato, in maniera chiara e dettagliata, il filo conduttore del brano:

Questo brano parla di un ragazzo e una ragazza: si sono amati, sono cresciuti e si sono divisi. Ora sono a un punto di non ritorno nelle proprie vite, di fronte ai cambiamenti che fanno diventare grandi. Terra di confine è quel luogo della mente dove si rivivono i ricordi senza dolore, come guardare un film, come quella sensazione che si prova quando capisci che qualcosa di grande sta per finire, per diventare qualcos’altro, come la campanella dell’ultimo giorno delle superiori.

L’amore ti porta a crescere
La vita a dividerti
Ti fa rendere conto che il momento di diventare grandi
Arriva per tutti, sempre
Ma esiste un luogo della mente
Dove i ricordi si rivivono senza dolore
Come un film
Come quando realizzi che qualcosa di grande
Sta per finire, sta per cambiare
Come il suono della campana l’ultimo giorno delle superiori
Quando esci fuori
E il cielo ti mette i brividi
Però sa anche commuoverti
Ed è tutto nel viaggio e nel dono della sintesi
Del volo delle rondini

Terra di confine, Nesli e Raige: video

Cliccate sulla foto, in basso, per vedere il video con l’audio ufficiale della canzone.

Nesli e Raige

Terra di confine, Nesli e Raige: testo

Ecco il testo di ‘Terra di confine’:

Sei tutto quello
che non riesco a dire
tu sei l’inizio,
io sono la fine
in questo posto terra di confine
tra il tuo passato e il mio avvenire

Io mi ricordo di com’eri tu
prima che cambiasse tutto
prima che cambiassi anch’io
prima di dire mi butto

Questo mondo confonde
questa vita confusa
siamo come le onde
in una scatola chiusa
noi non siamo liberi
ma benedetti
solo dai nostri limiti
ma-maledetti

Il cielo mette i brividi
però sa anche commuoverci
ed è tutto nel viaggio
nel dono della sintesi
del volo delle rondini

Adesso chiudo gli occhi
e vedo te
sei da sola al centro di una stanza
mi dico esistono
i viaggi nel tempo
io ti sentivo a un metro di distanza
e la memoria è come il cinema
ogni ricordo ha una luce diversa
di tutto questo cosa rimarrà
lo spettacolo delle otto e mezza

Questo mondo confonde
questa vita confusa
sbagliamo sempre strade
però torniamo a casa
noi non siamo liberi ma benedetti
battezzati nei lividi si, maledetti

Il cielo mette i brividi
però sa anche commuoverci
ed è tutto nel viaggio
nel dono della sintesi
del volo delle rondini

E se niente dura in eterno
niente a parte quello che ho perso
noi due siamo e rimaniamo
complicati, cerchi nel grano
siamo proiettili in volo
in un mare aperto
che non si arrendono al silenzio ancora.

Questo mondo confonde
questa vita confusa
siamo come le onde
in una scatola chiusa
noi non siamo liberi ma benedetti
solo dai nostri limiti ma-maledetti

Il cielo mette i brividi
però sa anche commuoverci
ed è tutto nel viaggio
nel dono della sintesi
del volo delle rondini.