Slipknot, Joey Jordison è morto

Slipknot, è morto Joey Jordison, co-fondatore e batterista della band. L’uomo aveva 46 anni, a darne la notizia è stata la famiglia

Il batterista degli Slipknot, Joey Jordison, è morto. La notizia, di poche ore fa, ha sconvolto i fan della band.

L’uomo aveva solo 46 anni. La sua famiglia ha detto che è morto lunedì nel sonno ma non ha fornito altri dettagli.

“La morte di Joey ci ha lasciato con i cuori vuoti e sentimenti di dolore indescrivibile. Per coloro che conoscevano Joey, capivano il suo ingegno, la sua personalità gentile, il cuore immenso e il suo amore per tutto ciò che riguarda la famiglia e la musica. La famiglia di Joey ha chiesto che amici, fan e media rispettino comprensibilmente il nostro bisogno di privacy e pace in questo momento incredibilmente difficile”

Secondo quanto riportato dal sito Tmz, non si parla di “morte sospetta”, non sarebbero state trovate alcune sostanze all’interno della casa, in base a fonti delle forze dell’ordine. Il medico legale lavorerà ora per determinare una causa ufficiale di morte.

Joey Jordison è stato co-fondatore della band, batterista ed è rimasto con gli Slipknot fino al 2013. In quell’anno, poi, ha fondato gli Scar the Martyr (diventati poi Vimic). Nel nuovo gruppo, insieme a Jordison erano presenti anche Kalen Chase Musmecci e tre membri degli Scar the Martyr ( Jed Simon, Kyle Konkiel e Matthew Tarach).

Gli Slipknot hanno iniziato ad ottenere il successo nel 1999 con il loro album d’esordio. E’ diventato disco d’oro in appena due settimane dalla pubblicazione. Per metà lavorazione, il chitarrista fu Josh Brainard. Poi abbandonò la band e venne sostituito da Jim Root. Nonostante non sia andato oltre la 51esima posizione nella Billboard americana, è rimasto in classifica ottenendo un costante successo lungo nel tempo e ha permesso al gruppo -anche grazie al riscontro dei live- di conservare e fortificare la fama iniziale.

Hanno suonato poi all’Ozzfest nel 1999, proprio a conferma dell’attenzione guadagnata. E 6 singoli -si primi 7 rilasciati- hanno raggiunto la Top 10 della classifica Mainstream Rock. Durantela presenza di Joey Jordison negli Slipknot, la band ha conquistato la vetta con l’album “Dualità” (2004). Altri successi durante il suo periodo nella band includevano “Left Behind”, “Vermillion”, “Psychosocial” e “Before I Forget”. Con questa canzone, hanno ottenuto un Grammy per la migliore performance metal nel 2006.

Joey Jordison è morto, le reazioni di colleghi e cantanti

Su Twitter, la notizia della morte di Joey Jordison è diventata uno degli argomento più discussi. Molti fan hanno condiviso l’addio al batterista con l’hashtag #JoyJordison e anche alcune celebrità -tra cantanti e colleghi- hanno twittato sulla scomparsa del giovane membro degli Slipknot. Tra questi, Skin:

RIP @thejoeyjordison Una delle band più feroci e divertenti con cui abbiamo mai suonato. Che batterista! Il rock ha perso un’altra leggenda 💔 #joeyjordison #slipknot

Sconvolto anche Mike Portnoy, membro fondatore dei Dream Theater:

Assolutamente scioccato e sventrato nell’apprendere della scomparsa di @joeyjordison. Oltre ad essere un batterista incredibile, è sempre stato un ragazzo di classe. Quando ha sentito di quanto fosse fan @MaxPortnoy_, ha mandato a casa sua una scatola gigante piena di magliette, felpe, zaini degli  @slipknot …