Si spaccia su Instagram per Bruno Mars e riesce a farsi dare 100.000 dollari da una donna

Arrestato un uomo che si spacciava per Bruno Mars su Instagram e si era fatto compilare assegni per 100.000 dollari da una donna texana

Il sito TMZ ha svelato una storia avvenuta in Texas e che ha visto, come vittima di una truffa, una donna di 63 anni.

La signora ha raccontato quanto successo, permettendo l’arresto del protagonista impostore di questa brutta vicenda.

La presunta vittima aveva 63 anni e ha raccontato ai poliziotti di Houston di aver creato un account Instagram qualche anno fa, nel 2018, e si è collegata, ritrovandosi a chiacchierare con qualcuno che affermava di essere Bruno Mars, il celebra cantante. In base alle parole della vittima, l’uomo avrebbe sviluppato una relazione online con lei e alla fine le avrebbe chiesto molto denaro.

La signora ha spiegato di aver compilato un paio di assegni e di averli spediti per posta, come da istruzioni: uno di 10.000 dollari e un altro di $ 90.000.

Fortunatamente, in questo caso, la truffa è stata sventata grazie all’intervento della polizia. Gli agenti hanno spiegato che il denaro è finito nel conto bancario di un certo Azuonwu, un uomo del posto che è stato arrestato con l’accusa di riciclaggio di denaro, insieme a un presunto complice, Basil Amadi, che sta affrontando accuse simili. Entrambi gli uomini si sono presentati in tribunale questa settimana.

Secondo i documenti legali, ottenuti da TMZ, 2 assegni circolari sono stati intestati a “Chi Autos” per volere del falso Bruno, chiesti alla donna per coprire le “spese del tour”. Dice che le ha anche detto che avrebbe abbandonato il tour per andare da lei.

Gli agenti hanno raccontato alle agenzie di stampa locali che ritengono che questi uomini possano essere truffatori di basso livello che lavorano per truffatori all’estero – e sperano che collaborino per aiutare a scoprire una rete criminale potenzialmente più grande.

La denuncia della donna, una volta resasi conto che sul web non stava parlando con Bruno Mars né lo stava davvero aiutando, ha permesso di smascherare quanto stava accadendo e di fermare l’uomo e il complice.