L’appello ufficiale dei cantanti al Presidente Mario Draghi: “Salviamo la musica live”

I cantanti condividono un appello ufficiale diretto a Mario Draghi: lo scopo è chiaro fin dal titolo dell’iniziativa. “Salviamo la musica live”

In queste ore, sui social, è nato un movimento “ufficiale” che condivide un appello diretto al Presidente Mario Draghi. Una vera richiesta d’aiuto: “Salviamo la musica live“. Destinatari sono, oltre al Presidente del Consiglio, anche i Ministri della Cultura Franceschini, dello Sviluppo Economico Giorgetti, della Sanità Speranza, del lavoro Orlando.

“Questo appello è per sollecitare una presa di posizione chiara e risolutiva per la sopravvivenza e il rilancio del settore della Musica Live nel nostro Paese”.

Il messaggio è chiaro, semplice e necessario, soprattutto visto i cambiamenti mai avvenuti in Italia e le differenze con gli altri paesi Europei:

Riteniamo doverosa e giusta la posizione rigorosa finora assunta dall’Italia ma oggi, per quanto riguarda i concerti e gli spettacoli dal vivo, altri Paesi come Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Inghilterra, Isreaele, Lettonia, Lituania, Olanda, Stati Uniti, Svizzera, Ungheria hanno già completamente aperto altri come Irlanda, Portogallo e Svezia hanno già fissato la data di riapertura tornando alla situazione di normalità Pre-Covid.

Concerti e Green Pass, le proposte per la riapertura

Dopo aver sottolineato l’urgenza di misure differenti per tutelare lavoratori in difficoltà evidente da marzo 2020, ecco cosa propongono:

  • Ingressi ai concerti solo con Green Pass
  • Mascherine obbligatorie e controllo temperature per gli show al chiuso

Infine per tornare ad una situazione di normalità, come quella pre-covid, che è legata all’obbiettivo comune del successo della campagna vaccinale, di cui ci faremo parte attiva per la promozione della stessa.

E chiedono il 100% delle capienze con abolizione del distanziamento e che sia fissata una data certa per la ripartenza attraverso un piano condiviso da formalizzarsi entro il 31 ottobre 2021.

L’iniziativa- promossa da Assomusica e Vivo Concerti tra le decine di nomi- ha visto la firma e il sostegno di centinaia di artisti. Vi facciamo qualche nome: Negramaro, Gazzelle, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni, Negrita, Nek, Al Bano, Alessandra Amoroso, Renato Zero, Laura Pausini e Vasco Rossi.

Qui sotto il post condiviso anche da Marco Mengoni (con tutti i dettagli) unito ad un suo ulteriore appello personale:

Io sono solo la punta dell’iceberg. Ma sotto la mia voce che risuona in un palazzetto, o in uno stadio, ci sono centinaia di lavoratori, centinaia di vite da portare avanti e che sono state messe in stand-by.
Non è un hobby, è lavoro.
Un lavoro che amiamo e al quale abbiamo scelto di dedicare, tutti, la nostra vita.
Il settore della musica live, e in particolare quello dei grandi eventi, è completamente fermo da marzo 2020. Oggi però abbiamo degli strumenti che ci permettono di ripartire. È il momento, #SalviamoLaMusicaLive.