Pupille, Fiat 131: testo e video della canzone di Sanremo Giovani 2022

Fiat 131, Pupille: testo e significato della canzone in gara a Sanremo Giovani 2022, ecco di cosa parla il brano, guarda il video

Fiat 131 è uno dei 12 finalisti in gara a Sanremo Giovani 2022 che potrebbe essere selezionato tra i 6 cantanti in gara per Sanremo 2023. Nella puntata di venerdì 13 dicembre, infatti, la metà dei concorrenti sarà ammessa alla prossima edizione del Festival. Il giovane si presenta in gara con il brano “Pupille“.

Fiat 131, chi è il cantante

Fiat 131 è un cantautore di origine calabrese e ha preso ispirazione proprio dal modello dell’auto che apparteneva al nonno, al quale era legatissimo.  Il suo vero nome è Alfredo Bruno e tra i suoi cantanti di ispirazione cita Lucio Dalla. In passato ha già rilasciato il pezzo “Caramelle”. Fa parte dell’etichetta discografica ‘Isola degli artisti’.

Pupille, Ascolta la canzone, leggi il significato

Cliccando qui potete ascoltare la canzone e vedere il video ufficiale.

Il brano è una dichiarazione d’amore nei confronti dell’amata, verso la quale ci si perde nello sguardo e proprio quelle pupille diventano fonte di scintille, pensieri ma anche silenzi difficili da occupare.

Fiat 131, Pupille, Testo canzone

Ed io mi perdo ancora nelle tue pupille
ed i miei occhi nei tuoi occhi fanno le scintille

Dimmi cosa rimane
delle notti passate in un letto
a fare l’amore

Dimmi cosa rimane
a parte questo silenzio
e tutte quelle parole
che dentro di noi
non trovano un senso

Sento ancora il bisogno
di tenerti vicino,
nonostante i miei mille difetti
se sbaglio mi tieni la mano
per resistere insieme
sotto ogni temporale
e imparare che se lo vogliamo davvero
possiamo cambiare

Ed io mi perdo ancora nelle tue pupille
ed i miei occhi nei tuoi occhi fanno le scintille
Restiamo a gravitare
in queste centomila stelle
coi segni dei miei morsi
fermi lì sulla tua pelle

E te lo dico da sempre
che non mi serve niente

Dimmi cosa rimane
oltre al nostro riflesso
in uno stupido specchio
a guardarci nascosti
perché non abbiamo il coraggio
di guardarci negli occhi

Sento ancora il bisogno
di tenerti vicino,
condividere con te
paure ed errori
su un solo cuscino

per resistere insieme
sotto ogni temporale
e imparare che se lo vogliamo davvero
possiamo cambiare

Ed io mi perdo ancora nelle tue pupille
ed i miei occhi nei tuoi occhi fanno le scintille
Restiamo a gravitare
in queste centomila stelle
coi segni dei miei morsi
fermi lì sulla tua pelle

E te lo dico da sempre
che non mi serve niente
perché mi sai ascoltare
e sai dare importanza
alle piccole cose

Ed io mi perdo ancora nelle tue pupille
ed i miei occhi nei tuoi occhi fanno le scintille
Restiamo a gravitare
in queste centomila stelle
coi segni dei miei morsi
fermi lì sulla tua pelle

E non mi serve niente
perché mi sai ascoltare
e sai dare importanza
alle piccole cose

Ed io mi perdo ancora nelle tue pupille
ed i miei occhi nei tuoi occhi fanno le scintille