Paolo Palumbo e Achille Lauro, Quella notte non cadrà: testo e audio

Paolo Palumbo e Achille Lauro, Quella notte non cadrà: ecco il testo, ascolta la canzone su Soundsblog.it (audio)

Ospite al Festival di Sanremo 2020, Paolo Palumbo ha 22 anni ed è nato a Oristano. Il suo sogno è stato quello di diventare un grande chef, ma all’età di 18 anni scopre di essere malato di SLA – Sclerosi laterale amiotrofica. Questo però non ha fermato le sue ambizioni, tanto che con una buona volontà da premiare è riuscito ad inventare un tampone chiamato Il gusto della vita che consente di far riassaporare le essenze madri delle pietanze a coloro che per problemi di natura fisica non possono più mangiare, il tutto grazie ad una sintesi chimica di sapori ottenuta tramite processi di cucina molecolare.

Paolo ha inciso un brano insieme ad Achille Lauro, intitolato Quella notte non cadrà.

[Intro: Achille Lauro]
E vorrei tornar bambino
A volte basta immaginarlo ma
Poi cresciamo, è destino
E quel destino poi ci cambierà
Equilibrista bambino
In equilibrio sopra un filo ma
È un gioco di prestigio
È l’illusione che non si cadrà
(Oh, oh-oh, oh-oh, oh-oh)

[Strofa 1: Paolo Palumbo]
Coloro il cielo di nuovo
Verde come la speranza
Non so come si faccia ma almeno ci provo
Mi serve una scala
Che detto in sostanza
Sia molte volte i muri di questa stanza
Per salirci e farci un tuffo bianco
Di nuvole lilla
Spettinato, io sono ciuffo
Controvento ma sono ancora qua
E vorrei tornar bambino e qualche volta lo divento
Altre volte invece accade che purtroppo vince il vento
E mi prеnderò il rischio di parlare sul fischio
Di dormire con la tigrе se me lo permetterà
E la prenderò bene, che male non conviene
O magari se ci provo un’altra volta, un altro giorno, un’altra notte
Se ci provo un’altra notte passerà
[Ritornello: Achille lauro & Paolo Palumbo]
Quella notte non cadrà (No, no, no, no)
(Se ci provo un’altra notte passerà)
Quella notte non cadrà (No, no, no)
(Un’altra notte passerà)
Quella notte non cadrà (No, no)
(Se ci provo un’altra notte passerà)
Ma il bambino su quel filo quella notte non cadrà
(Quella notte non cadrà)
(Oh, oh-oh, oh-oh, oh-oh)

[Bridge: Achille Lauro]
E vorrei tornar bambino
A volte basta immaginarlo ma
Poi cresciamo, è destino
E quel destino poi ci cambierà
Equilibrista bambino
In equilibrio sopra un filo ma
È un gioco di prestigio

[Pre-Ritornello: Achille Lauro]
E sarà come un circo
Ed io mi prenderò il rischio
Di dormire con la tigre se me lo permetterà
E imparerò anche a soffrire
Sopra un filo sottile
Ma il bambino su quel filo quella notte non cadrà
[Ritornello: Achille Lauro]
Quella notte non cadrà (Oh, no, no, no)
Quella notte non cadrà (Oh, no, no)
Quella notte non cadrà (Oh, no, no, no)
Ma il bambino su quel filo quella notte non cadrà
Non cadrà

[Post-Ritornello: Paolo Palumbo & Achille Lauro]
O magari se ci provo un’altra volta, un altro giorno, un’altra notte
Se ci provo un’altra notte passerà
(Oh, no, no, no, no, no, no, no)
Se ci provo un’altra notte passerà
Un’altra notte passerà

[Outro: Paolo Palumbo]
Non è per me stesso ma è per gli altri che lo faccio
E magari se ci provo un altro giorno, un’altra notte passerà
Quella notte non cadrà