Ouv3rture, Lazza: ascolta la canzone che anticipa l’album “Sirio” (testo e video)

Lazza, Ouv3rture: testo e significato canzone, ecco di cosa parla il brano che anticipa il nuovo disco “Sirio”, in uscita l’8 aprile 2022

Lazza è tornato ufficialmente sulle scene musicali. Dopo un secret event il 5 marzo in cui centinaia di fan si sono riversati in Darsena a Milano per scoprire a sorpresa titolo e data del suo nuovo disco, e dopo lo show esclusivo al Teatro Gerolamo in cui l’artista ha eseguito in anteprima alcuni dei suoi nuovi brani in una suggestiva modalità acustica, Lazza torna in scena e lo fa con il nuovo singolo Ouv3rture, accompagnato dal videoclip fuori su YouTube.

Il brano è il primo tassello che andrà a comporre un mosaico più grande in arrivo ad aprile, di cui Lazza ci svela pian piano i dettagli, a cominciare dall’esplosivo featuring con Geolier in Nessuno, annunciato proprio durante l’evento al Teatro Gerolamo.

Lazza, Sirio è il nuovo album, in uscita l’8 aprile 2022

A distanza di tre anni dal suo album di debutto Re Mida, Lazza ritorna l’8 aprile con un nuovo album di inediti, Sirio, già disponibile in pre-order: un viaggio introspettivo di 17 tracce nello spazio e nell’Io del rapper milanese. Proprio come la stella Sirio è composta da due elementi che la rendono fra le più brillanti del firmamento, anche il talento di Lazza è frutto di una dualità che lo rende uno degli artisti più luminosi della scena rap italiana contemporanea: fra le tracce che comporranno l’album traspare la voglia di essere ricordato per le sue canzoni, contrapposta alla volontà di non voler scendere a compromessi per esprimersi attraverso la sua musica, come anche il desiderio di non rinnegare le sue origini nonostante il successo raggiunto (Da un albero stacchi solo un ramo / quando sono salde le radici).

lazza sirio amazon 2 Lp autografati

CLICCA QUI PER IL PRE-ORDER DEI 2 LP AUTOGRAFATI

SIRIO LAZZA LP PRE ORDER

CLICCA QUI PER IL PRE-ORDER DEI 2 LP

Ecco la tracklist di “Sirio”:

01 – Ouv3Rture
02 – Alibi
03 – Molotov
04 – Sogni D’Oro
05 – Bugia Feat. Tory Lanez
06 – Cinema
07 – Piove
08 – Panico
09 – Jefe
10 – Topboy
11 – Puto
12 – Senza Rumore
13 – Nessuno Feat. Geolier
14 – 3 Pali
15 – Uscito Di Galera
16 – Nulla Di
17 – Replay

Lazza, Ouv3rture, Video ufficiale

Clicca qui per ascoltare “Ouv3rture” e per vedere il video ufficiale.

Ouv3rture, Significato canzone

Nel brano, Lazza fa un bilancio e alcune riflessioni sul presente e sul passato, tra incoerenze che circondano tutti noi e un mondo dove ci si fa fatica a riconoscersi (“Ridere mentre ‘sto mondo muore e dire: “Buonanotte, sogni d’oro”, Sono una rissa nel fuori onda, guardo ‘sta scena che è moribonda, Oggi non gioco nemmeno, era già troppo facile quando ero fuori forma, Qua fai del bene e la gente dimentica, però, se fai male, si ricorda”).

Lazza, Ouv3rture, Testo canzone

Vengo dal mito del “Cazz0 guardi?”, fra’, di chi si è fatto il mazzo tardi
Dite a San Pietro che ho chiuso i giochi, passo domani e gli do le chiavi
Odio che chiedono solo auguri, sai per un disco quanto mi impegno
Ventiquattr’ore le abbiamo tutti, solo che io le ho sfruttate meglio
Vorrei soltanto rubarle il cuore per farlo a pezzi, sì, quando voglio
Non scrivo mai canzoni d’amore, scriverò solo canzoni d’odio
Io vorrei solo fare rumore, qua danno i numeri, polinomio
Ridere mentre ‘sto mondo muore e dire: “Buonanotte, sogni d’oro”
Sono una rissa nel fuori onda, guardo ‘sta scena che è moribonda
Oggi non gioco nemmeno, era già troppo facile quando ero fuori forma
Qua fai del bene e la gente dimentica, però, se fai male, si ricorda
Se non avessi svoltato, trovavo il mio sesto senso, sì, di colpa
Io sorrido a ‘ste serpi, anche a te che mi elogi che dietro mi parli male
Ho capito l’andazzo ed ho iniziato a correre prima di camminare
Ti assicuro, io sono lo stesso di quando non c’era champagne e caviale
Tu davvero pensavi bastasse una stella Michelin a levarmi la fame?
Tutto torna, ma non torna niente, penso sia solo uno stupido detto
Hai presente il 21 dicembre? Per me il mondo è finito da un pezzo
Se tu avessi davanti una chance, io ti direi di correre subito
Che magari un domani si alzano tutti, come se fai goal nel recupero
Tu fai l’interessato, non sento nemmeno, fra’, tanto so già che fai finta
Nelle tasche c’ho un arcobaleno ed addosso c’ho sempre qualcosa che è in tinta
Oggi sanno chi sono per strada, dalla figa al balordo al madama
Ti ricordi com’è che iniziava? “Sono Zzala, figlio di putt*na”

Serpi alla schiena, cambiano strada
Qual è il problema? Ti vedo in para
¿Qué lo que, mami? Chiamami Zzala
Money su money, è una montagna

Spengo l’iPhone, butto la SIM
Quando mi asciugano peggio di un phon, Simsalabim
Sparisco appena mi hanno dato il saldo al prossimo club
Ci poteva andare peggio, pensa se fossimo te
Due milioni di seguaci, due milioni di cazz0ni
Scommetto sono incapaci, anche con le migliori indicazioni
Non ho studiato né lingue né moda, avevo la testa già altrove
Da come vesto sembro poliglotta: moda italiana, francese, Giappone
Non ti blasto se volevi il beef, cercati scuse più valide
Ti balziamo all’unanime, questa ha due tette che sembrano tre come un anime
Se fai i soldi tu, valgono la metà, come fossero del vecchio conio
Io per farli rischio il manicomio, faccio mille trick come Tony Hawk

Serpi alla schiena, cambiano strada
Qual è il problema? Ti vedo in para
¿Qué lo que, mami? Chiamami Zzala
Money su money, è una montagna
Serpi alla schiena, cambiano strada
Qual è il problema? Ti vedo in para
¿Qué lo que, mami? Chiamami Zzala
Money su money, è una montagna