O forse sei tu, Elisa: la canzone di Sanremo 2022 sull’empatia e la voglia di restare accanto a chi si ama e ci migliora

Elisa, O forse sei tu: testo e significato della canzone in gara al Festival di Sanremo 2022. Ecco di cosa parla il brano (audio)

Elisa è in gara al Festival di Sanremo 2022 con la canzone “O forse sei tu“.

Elisa, O forse sei tu, Autori canzone

La musica del brano è firmata interamente da Elisa, mentre il testo è scritto dall’artista insieme a Davide Petrella. La produzione è di Andrea Rigonat. Il potente tappeto sonoro della canzone si arricchisce di una partitura d’archi orchestrati dalla stessa Elisa insieme a Will Medini, arrangiatore e musicista che sarà il suo Direttore d’Orchestra durante le serate a Sanremo.

Elisa, O forse sei tu, Significato canzone

Elisa canta l’amore e l’empatia verso la persona che ha accanto, in grado quasi di provocare miracoli e cambiamenti (“O forse sei tu, Ti capirei se non dicessi neanche una parola, Mi basterebbe un solo sguardo, Per immaginare il mare blu, E niente di più”).  Se domani l’altro se ne andrà, lei gli chiede di portarla con sé, di non lasciarla da sola. Perché la magia del legame necessita di aversi uno accanto all’altra. L’amore e la vicinanza provoca cambiamenti positivi e sicurezze che prima si pensava di non possedere (“Sarà che tra tutto il casino sembra primavera, Sarà che la vertigine non mi fa più paura, E guardo giù, O forse sei tu, O forse sei tu”).

Elisa, O forse sei tu, Ascolta la canzone

Qui sotto potete ascoltare, in streaming, “O forse sei tu” di Elisa, il brano in gara a Sanremo 2022.

O forse sei tu, Video ufficiale

Clicca qui per vedere il video ufficiale di “O forse sei tu”

Elisa, O forse sei tu, Testo canzone

Sarà che il tempo poi alla fine proprio non ci sfiora
O forse è solamente il cielo
Quando si colora un po’ di più
O forse sei tu
O forse sei tu
Ti capirei se non dicessi neanche una parola
Mi basterebbe un solo sguardo
Per immaginare il mare blu
E niente di più
E niente di più
E chiedimi tu come stai
Se ancora io non l’ho capito
E se domani partirai
Portami sempre con te
Sarò
Tra le luci di mille città
Tra la solita pubblicità
Quella scusa per farti un po’ ridere
E io sarò
Quell’istante che ti porterà
Una piccola felicità
Quella stupida voglia di vivere
Sempre
Sempre
Sarà che tra tutto il casino sembra primavera
Sarà che la vertigine non mi fa più paura
E guardo giù
O forse sei tu
O forse sei tu
E chiedimi tu come stai
Se ancora io non l’ho capito
E se domani partirai
Portami sempre con te
Sarò
Tra le luci di mille città
Tra la solita pubblicità
Una scusa per farti sorridere
Sì che sarò
Quell’istante che ti porterà
Una piccola felicità
Quella stupida voglia di vivere
Sempre
Mille volte
Ti ho cercato
Ti ho pensato
Un po’ più forte
Nella notte
Ancora
Mille volte
Quella musica risuona in ogni parte
Nella notte
Forse sei tu
Tra le luci di mille città
Tra la solita pubblicità
Quella scusa per farmi un po’ ridere
Forse sei tu
Quell’istante che mi porterà
Una piccola felicità
Quella stupida voglia di vivere
Sempre
Sempre
Sempre
Quella stupida voglia di vivere

Elisa a Sanremo 2022 prima del nuovo (doppio) disco

Elisa torna sul palco del Teatro Ariston con “O forse sei tu”, brano che farà parte del suo nuovo doppio album di inediti “Ritorno al Futuro / Back to the Future”, in uscita il 18 febbraio 2022.

Il brano è uno dei tasselli del nuovo progetto discografico della cantautrice, “Ritorno al Futuro / Back to the Future”, in uscita per Island Records. Un lavoro importante (a distanza di 3 anni da “Diari Aperti”, certificato Doppio Platino) che racchiude le sue diverse anime: un doppio album di canzoni inedite, uno in italiano ed uno in inglese (di quest’ultimo Elisa si è occupata anche della maggior parte delle produzioni).

Apripista del nuovo album è stato “Seta”, il primo singolo uscito lo scorso 24 novembre.

Ultime notizie su Festival di Sanremo 2022

Il Festival di Sanremo, anche noto come Festival della Canzone Italiana, è la principale manifestazione dedicata alla musica italiana.

Tutto su Festival di Sanremo 2022 →