Manu Chao live, il sindaco di Cerveteri sale sul palco: “Ognuno seduto al proprio posto o il concerto finisce”

Troppa gente in giro durante il concerto di Manu Chao. Il rischio assembramento è alto, interviene il sindaco di Cerveteri.

Manu Chao si è esibito, ieri sera, a Cerveteri, in concerto per la rassegna “Etruria Eco Festival 2021”. L’artista ha eseguito diversi brani, inclusi i suoi successi più noti. Ma, forse proprio per via dell’atmosfera estiva e dei pezzi conosciuti, il pubblico presente ha iniziato -anche comprensibilmente- a muoversi, a ballare ma, soprattutto, a spostarsi dal loro posto d’origine. L’evento, infatti, prevedeva un numero contingentato di presenza, ovviamente Green Pass o tampone negativo, e il rispetto di tutte le regole previste per i live all’aperto. Fuori programma, però, durante la serata, quando il sindaco di Cerveteri è salito sul palco per fermare il live e invitare tutte le persone in piedi a tornare a sedersi:

“Ora basta, rispettiamo la gente morta per Covid. Ognuno al proprio posto entro tre minuti oppure il concerto finisce”

Poi ha aggiunto, conscio del suo “difficile intervento”:

“Mi prendo tutti i fischi del mondo, ma vi avverto: se continua così il concerto finisce“.

A quel punto anche l’organizzatrice del concerto ha chiesto la collaborazione del pubblico presente, invitando tutti a ristabilire l’ordine.

“Per favore tornate ai vostri posti o saremo costretti a sospendere il concerto definitivamente. Non per terra, ma seduti ognuno al proprio posto”.

A La Repubblica, il sindaco di Cerveteri ha ribadito quanto fosse necessaria l’interruzione del live:

“Ho chiamato gli organizzatori e detto che non si poteva andare avanti così,  non era possibile assumersi un rischio del genere dopo che in centinaia di concerti non abbiamo avuto neppure un contagio. Ho detto che o facevano qualcosa o avrei interrotto l’evento. Nessuno ha fatto niente e, anche se so che non si fa, sono salito io sul palco

Fortunatamente, dopo circa una decina di minuti, le persone che avevano violato le regole sono tornate a sedersi, per permettere al concerto di continuare e di non dover dire addio alla serata. E Manu Chao, come spiegato dal Primo Cittadino, gli ha poi parlato al termine dell’esibizione:

“Mi ha detto che voleva scusarsi, che chi fa il suo mestiere lo fa con grande energia e non vuole creare danni. Era dispiaciuto. Ma lui non c’entrava niente ed è stato veramente molto bravo. Non ha fatto neppure mezza polemica. A noi piace dare ai ragazzi e ai cittadini opportunità che non hanno avuto in questi mesi, ma ci assumiamo responsabilità e costi e ci deve essere rispetto mutuo”