I Maneskin sono perfetti per rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest 2021

I Maneskin sono la nostra carta vincente all’Eurovision Song Contest 2021: la band, vincendo Sanremo, ha il diritto di rappresentare l’Italia

I Maneskin hanno vinto il Festival di Sanremo 2021.

Primo pensiero passato per la testa: se lo meritano. Secondo pensiero: Ma sono perfetti per l’Eurovision!

La regola vigente da anni per la partecipazione dell’Italia al Festival di Sanremo 2021 prevede, infatti, che il vincitore rappresenti il nostro Paese al concorso europeo. E quest’anno, con tutte le limitazioni e regole del caso, si terrà in una forma regolare e vedrà proprio la band esibirsi a nome del nostro Paese.

Zitti e buoni è una canzone che all’Eurovision potrebbe davvero fare faville. Partiamo da un elemento base: i Maneskin hanno già un allure internazionale, sono un gruppo rock credibile, con una identità ben definita, suonano in maniera più che convincente e amano stupire e “provocare”. Sono tutti elementi perfettamente compatibili, se non addirittura ideali, per conquistare l’Europa nella sfida musicale.

Il rock dei Maneskin, la loro presenza e la loro energia è la possibilità che aspettavamo per poterci far sentire. Per dire agli altri (scusate, ma qua ci vuole…) “Zitti e buoni”.

Dopo aver tentato la carta della ballad, del tormentone, della canzone impegnata e delle atmosfera intimiste, a Rotterdam ci faremo sentire e sicuramente non provocheremo indifferenza. I Maneskin sono il nostro jolly, la carta più alta mai avuta nel mazzo in un contesto come quello dell’Eurovision Song Contest.

Chissà se decideranno di portare il brano in italiano o -visto la loro duttilità con l’inglese- decideranno di modificare il testo e presentarlo in una lingua completamente internazionale. In quel caso, le possibilità di un trionfo aumenterebbero ancora di più…

E poi, ragazzi, se non riusciamo nemmeno con i Maneskin ad arrivare più in alto di dove siamo arrivati con i precedenti rappresentanti (che si sono spinti anche fino alle posizioni più alte della classifica), abbiamo una sola carta ulteriore.

“Pronto, Laura, ciao, come stai?”

Ultime notizie su Eurovision

Tutto su Eurovision →