Ma belle, Manu Skar: ascolta la canzone, virale su TikTok

Manu Skar, Me Belle: ascolta la canzone diventata virale su TikTok. Ecco chi è il giovane cantante che ha inciso il brano

Manu Skar ha rilasciato il suo brano “Ma Belle”, pezzo in grado di mettere d’accordo boomers, millennials e generazione Z. Si tratta di un pezzo dal ritmo accattivante, grazie al sample della celebre canzone “The Riddle” di Nik Kershaw del 1984, divenuto successivamente un inno della musica dance grazie alla versione di Gigi d’Agostino del 1999. Il pezzo ha ottenuto un grande riscontro iniziale soprattutto grazie ai social. Prima ancora di essere pubblicato ufficialmente, “Ma Belle” ha destato subito l’interesse in radio e il brano ha totalizzato oltre 25,5 milioni di visualizzazioni sulla piattaforma di TikTok. Alcune preview della canzone pubblicate in anteprima hanno portato alla grande richiesta da parte degli utenti, che chiedevano a gran voce l’uscita sulle piattaforme digitali del pezzo. Ora “Ma Belle” è finalmente disponibile ovunque. La canzone è scritta dallo stesso artista con Calogero Magistro, Davide Scarpulla, Manfredi Pletti e prodotta da Skar&Manfree e da Nikholas Murphy.

Ecco le parole di Manu Skar nel parlare del rilascio del suo pezzo:

“Si tratta di un brano divertente e dalle tematiche sentimentali. Parla d’amore e il titolo è in francese, ‘ma belle’, in italiano ‘la mia bella’”. Ho creato di mio pugno il ritornello e ho scritto tutto il testo. Successivamente in studio di registrazione è venuto fuori il beat. È stato mio padre a consigliarmi di usare un sample di ‘The Riddle’”

Qui sotto potete ascoltare ‘Ma belle’ in streaming:

Manu Skar, chi è il cantante di ‘Ma Belle’

Classe 2005, Manu Skar (il vero nome è Emanuele Scarpulla) è nato a Domodossola. Da sempre appassionato di musica, si è di recente avvicinato al mondo della scrittura e della composizione. Le sue canzoni prendono ispirazione dai propri sentimenti e dalle situazioni quotidiane. Frequenta la scuola di meccanica, ma parallelamente porta avanti la sua passione per il rap, creando freestyle con gli amici, e per il mondo del calcio. Da dove viene il suo nome d’arte? “Manu Skar è il soprannome che uso da sempre quando gioco ai videogiochi. Inoltre, ‘Skar’ suona bene ed è un omaggio al nome d’arte usato da mio padre” – spiega l’artista.

È cresciuto ascoltando Sfera Ebbasta, Tedua e Ghali e considera fra le proprie influenze musicali artisti come Shiva e Rondodasosa, ma anche miti della musica rap mondiale come Tupac e 50 Cent.

Attualmente sta lavorando a nuovi brani e si divide tra la scuola e lo studio di registrazione.