Luna, Verdena: ascolta la canzone, leggi testo e significato (video)

Verdena, Luna: testo e significato della canzone, ecco di cosa parla il brano, ascolta il pezzo su Soundsblog e guarda il video ufficiale

Luna è un brano dei Verdena rilasciato nel 2004 e presente nel quarto disco della band, Il suicidio dei samurai. Dall’album sono stati estratti anche i singoli “Elefante” e “Phantastica”. Il gruppo si è formato ad Albino (Bergamo) nel 1995. Qui sotto potete ascoltare la canzone e leggere il testo, insieme al significato del brano.

Verdena, Luna, Ascolta la canzone e leggi il significato

La luna è in grado di annullare le paure e di illuminare quello che conta, loro due, in base a quanto cantato dalla band. Nulla conta, in quel momento, nient’altro ha più importanza. E se intorno qualcosa crolla, nemmeno quello ha valore perché resta lei al suo fianco.

Cliccando qui potete vedere il video ufficiale di Luna.

Verdena, Luna, Testo canzone

Dipingimi
Distorto come un angelo anormale
Che cade
Offendimi
Se odiare è un crimine
Il prezzo è uguale
E fa male
E vedo te
Io e te
Niente
Conta
In fondo
Illumina
Annulla le paure, oh luna
Nulla
È uguale
Sarò così
Onesto come se tu fossi il mare
Il mare
E vedo te
Io e te
Niente
Conta
E crolla
Crolla
E vedo te
Io e te
Niente
Conta
In fondo
Iuffa

I dischi e gli Ep

Il primo album dei Verdena risale al 1999 e, come titolo, ha proprio il nome della band. A quel progetto seguono “Solo un grande sasso”, rilasciato nel 2001. Successivamente è la volta de “Il suicidio dei samurai” (2004), “Requiem” (2007), “Wow” (2011), “Endkadenz Vol. 1 e 2” (2015), “America Latina” (2022) e “Volevo magia” (2022). Il disco America Latina è la colonna sonora dell’omonimo film dei fratelli D’Innocenzo, in un formato Lp che conta solamente 1000 copie. A ottobre 2022 è iniziato un tour per promuovere la loro ultima fatica, il disco “Volevo magia”, uscito a settembre di quest’anno.

Gli Ep nel repertorio dei Verdena, invece, includono “Valvonauta” (1999), “Viba” (2000), “Spaceman” (2001), “Miami safari” (2002), “Luna” (2004), “Elefante” (2004), “Canos” (2007) e “Split” con Iosonouncane.