London calling, The Clash: ascolta la canzone (testo e significato)

The Clash, London calling: testo e significato della canzone. Ecco di cosa parla il brano, leggi la traduzione su Soundsblog

London calling è un brano dei The Clash.

La canzone è il primo singolo dal loro terzo album, London Calling. Il titolo “London Calling” allude all’identificazione della stazione della BBC World Service: “This is London Calling…”, che è stata utilizzata durante la seconda guerra mondiale, spesso nelle trasmissioni verso i paesi occupati.

The Clash, London calling, Significato canzone

Ma di cosa parla? Dal punto di vista del testo, la canzone riflette la preoccupazione provata da Strummer per gli eventi mondiali con la frase su “un errore nucleare” che era un’allusione all’incidente a Three Mile Island, avvenuto all’inizio del 1979.

“Sentivamo che stavamo lottando in procinto di scivolare giù per un pendio o qualcosa del genere, afferrandoci con le unghie. E non c’era nessuno lì ad aiutarci”.

Le parole riflettono anche la disperazione della situazione della band nel 1979 alle prese con un alto debito, la mancanza di gestione e discussioni con la loro etichetta discografica.

London calling, Testo canzone

London calling to the faraway towns
Now war is declared and battle come down
London calling to the underworld
Come outta’ the cupboard, ya’ boys and girls
London calling, now don’t look to us
Phony Beatlemania has bitten the dust
London calling, see we ain’t got no swing
‘Cept for the ring of that truncheon thing

The ice age is coming, the sun’s zoomin’ in
Meltdown expected, the wheat is growin’ thin
Engines stop running, but I have no fear
Cause London is drownin’, I, live by the river

(London calling) to the imitation zone
Forget it, brother, you can go it alone
London calling to the zombies of death
Quit holdin’ out and draw another breath
London calling and I don’t want to shout
But while we were talking I saw you noddin’ out
London calling, see we ain’t got no Hyde
‘Cept for that one with the yellowy eyes

The ice age is coming, the sun’s zoomin’ in
Engines stop running, the wheat is growin’ thin
A nuclear error, but I have no fear
Cause London is drowning, I, I live by the river

[Instrumental Interlude]

The ice age is coming, the sun’s zoomin’ in
Engines stop running, the wheat is growin’ thin
A nuclear error, but I have no fear
Cause London is drowning, I, I live by the river

Now get this

(London calling), yes, I was there, too
And ya’ know what they said? Well, some of it was true!
(London calling) at the top of the dial
And after all this, won’t you give me a smile?
(London calling)

I never felt so much alike alike alike…

London calling, Significato canzone

Londra chiama le città sperdute
Ora la guerra è dichiarata e la battaglia scende
Londra chiama gli inferi
Uscite dall’armadio, ragazzi e ragazze
Londra chiama, ora non guardateci
Una falsa Beatlemania ha fatto mangiare la polvere
Londra chiama, vedi, non abbiamo swing
Ad eccezione dell’anello di quel manganello

L’era glaciale sta arrivando, il sole si sta avvicinando
Previsto un crollo, il grano sta crescendo sottile
I motori si fermano, ma io non ho paura
Perché Londra sta annegando, io vivo vicino al fiume

(Londra sta chiamando) la zona di imitazione
Lascia perdere, fratello, puoi farcela da solo
Londra chiama gli zombie della morte
Smettila di resistere e fai un altro respiro
Londra chiama e non voglio gridare
Ma mentre parlavamo ti ho visto annuire
Londra chiama, vedi, non abbiamo raggiunto alcuna altezza
Ad eccezione di quello con gli occhi gialli

L’era glaciale sta arrivando, il sole si sta avvicinando
I motori smettono di funzionare, il grano sta crescendo sottile
Un errore nucleare, ma non ho paura
Perché Londra sta annegando, io, io vivo vicino al fiume

L’era glaciale sta arrivando, il sole si sta avvicinando
I motori smettono di funzionare, il grano sta crescendo sottile
Un errore nucleare, ma non ho paura
Perché Londra sta annegando, io, io vivo vicino al fiume

Ora prendi questo

(Londra chiama), sì, c’ero anch’io
E sai cosa hanno detto? Beh, in parte era vero!
(Chiamata da Londra) nella parte superiore del quadrante
E dopo tutto questo, non mi fai un sorriso?
(Chiamando da Londra)