Levante è diventata mamma: è nata Alma Futura

Levante è diventata mamma per la prima volta. Sui social, è stata pubblicata la prima foto di Alma Futura, la sua primogenita.

Levante è diventata mamma per la prima volta all’età di 34 anni. La cantautrice nata a Catania e cresciuta a Torino ha annunciato sui propri canali ufficiali social, la nascita di Alma Futura, la sua primogenita. Il papà è l’avvocato palermitano, Pietro Palumbo, con cui Levante vive una storia d’amore da circa due anni.

La bambina è nata precisamente ieri, domenica 13 febbraio 2022. Il particolare nome scelto dalla cantautrice non è passato inosservato ed è già entrato tra i trending topic di Twitter.

Su Instagram, è disponibile un’immagine grazie alla quale si può intravedere il viso della bambina. Oltre alla foto, la cantautrice ha pubblicato un post con il quale ha riassunto, a grandi linee, l’avventura della sua prima gravidanza, manifestando la propria felicità:

Il 13 Febbraio è nata Alma Futura.
Anima gentile, che ha attraversato il mio grembo rendendomi una madre (e una amazzone) fortunata.
Nella stanza in cui ci troviamo stiamo vivendo una sorta di realtà aumentata e felicità esponenziale.
Non mi ero mai sentita così terrena e celeste allo stesso tempo.
È stato un momento indimenticabile.

Nel post, Levante ha ringraziato il suo compagno Pietro (“Grazie Pietro per questo viaggio”) e tutta l’équipe medica che l’ha assistita durante il parto. La bambina è nata all’ospedale Humanitas San Pio X di Milano.

Lo scorso 28 gennaio, Levante, con molta sincerità, aveva condiviso, sempre su Instagram, le sensazioni particolari e contrastanti che ha avvertito durante questa sua prima gravidanza:

Sono stati mesi potenti ma mentirei se dicessi che li ho cercati.
Le cose a volte trovano te senza che tu ti esponga con chissà quale convinzione.
Nonostante questa grazia – è così che la definisco – la mia infinita tenerezza verso la vita che mi abita si è mischiata spesso al dolore di non riconoscermi, giorno dopo giorno.
“Non sono io”, mi sono ripetuta tante volte, detestandomi… Nulla a che vedere con l’amore infinito che provo per questa piccolina, che proteggerò con tutte le mie forze.
Io, però, non sono più io da mesi e non vedo l’ora di ritrovarmi dentro il mio solito e stupido involucro che mi ha accompagnata nel modo in cui poteva, fino a dover fare spazio.
Ci tengo a dirlo perché sembra che le donne in gravidanza debbano rispondere di una felicità esilarante a tutti i costi.
Non è assolutamente così, perché la felicità se ne va con un soffio di vento anche quando sei in cima al mondo.
Buon viaggio a tutte le future madri, ci saranno un milione di paure ad accompagnarvi ma avrete due cuori e due cervelli e arriverete vittoriose su quella cima lì.