Laura Pausini brand ambassador per Sky Glass (e su Twitter risponde ancora alle polemiche per ‘Bella ciao’)

Laura Pausini volto del nuovo spot per Sky Glass. La cantante, nella stessa giornata, torna su Twitter per rispondere alle polemiche

Laura Pausini è la brand ambassador per il lancio di Sky Glass, il nuovo volto della tv. Durante la conferenza stampa di presentazione, è stato mostrato lo spot tv -trasmesso in queste ore- che vede la cantante presentare e pubblicizzare la prima piattaforma ad integrare completamente i contenuti: da quelli dei principali canali nazionali in chiaro a quelli dei player globali come Netflix, Disney+, Prime Video, Dazn, oltre a quelli dell’offerta Sky. Poi, nel pomeriggio, via social, la Pausini è tornata a replicare alle polemiche nate in questi giorni e relative al suo rifiuto di cantare (con i colleghi, in un programma tv spagnolo), Bella ciao. Un involontario e sfortunato momento che ha visto il lancio di Sky Glass e la cantante costretta a fare nuovamente chiarezza su una questione che ha diviso gli utenti del web. Vediamo nel dettaglio cosa è accaduto.

Laura Pausini brand ambassador per Sky Glass

Il lancio di Sky Glass, programmato per il 15 settembre 2021, era incentrato sul “futuro della tv”, come sottolineato durante la conferenza stampa seguita dai nostri colleghi di TvBlog:

Oggi entriamo ufficialmente nel futuro dell’intrattenimento. Sky Glass è una piattaforma innovativa che apre ad un mondo di intrattenimento completamente nuovo. Questa è l’unica televisione al mondo con dentro Sky e con tutte le principali app integrate. Funziona collegandosi semplicemente alla rete internet. E vi permette di vedere in streaming i canali in chiaro, i contenuti Sky e quelle delle altre piattaforme che preferite. Tutto questo con un’interfaccia molto facile da usare. Sky Glass è la prima piattaforma ad integrare completamente i contenuti in un modo unico. Offre un’incredibile qualità di immagini con oltre un miliardo di colori un uno straordinari 4K Ultra HDR.

Inoltre, per gli utenti, basterà dire “Ciao Sky” e pronunciare il nome del proprio attore preferito per veder comparire sulla schermata tutti i suoi film disponibili tra i cataloghi di Sky e delle diverse app. O, come si può vedere dallo spot tv, anche chiedere di vedere una commedia italiana.

Laura Pausini è stata scelta come volto chiave, brand ambassador di questo lancio. Cliccando qui potete vedere lo spot in questione.

Uno spot con uno dei volti più noti del panorama italiano all’estero che, proprio in questi giorni, era finita al centro di una polemica rimbalzata tra siti e riviste, sia italiani che spagnoli. E ha portato la cantante a tornare sull’argomento per provare a fare -ancora una volta- chiarezza…

… e Laura Pausini replica su Twitter alle polemiche

Già nei giorni scorsi, via Twitter, Laura Pausini aveva provato a mettere il punto alla questione:

Non canto canzoni politiche, né di destra né di sinistra.
Canto quello che penso della vita da 30 anni.
Che il fascismo sia una vergogna assoluta sembra ovvio a tutti. Non voglio che nessuno mi usi per propaganda politica.
Non inventate ciò che non sono.

Nonostante questa precisazione, poco era cambiato.

Ricordate cosa era accaduto? Laura Pausini si trovava insieme ai suoi colleghi di “The voz” (la versione spagnola di The Voice), Luis Fonsi, Pablo Lopez e Antonio Orozco. Loro 4 erano ospiti di “El Hormiguero” per promuovere la partenza dello show. Un momento divertente che ha visto i giudici impegnati in un improvvisato karaoke. Ma, ad un certo punto, ecco le prime note di “Bella ciao” intonata dai presenti. Un momento ironico, leggero, che però non ha convinto la Pausini che si è rifiutata di eseguire il pezzo con i colleghi, giustificandosi così:

“È una canzone molto politica e non voglio cantare canzoni politiche”

Il video è iniziato a diventare virale, dividendo il pubblico tra chi comprendeva la scelta della Pausini di non intonare quel pezzo e chi, invece, criticava la cantante per non aver rifiutato di accennare proprio quel brano, simbolo di libertà.

E, via Twitter, non è mancata la decisione, da parte di Matteo Salvini, di citare la Pausini parlando di “stima” per quanto aveva fatto:

A dimostrazione che la frase chiara della Pausini – “Non voglio che nessuno mi usi per propaganda politica” – era risultata completamente inascoltata. Il tweet di Salvini, tra l’altro, è “fissato”, risultando sempre il primo tra i suoi pensieri via Twitter.

Dopo ulteriori polemiche, proprio nella giornata evento per il lancio di Sky Glass, Laura Pausini ha scelto di tornare via social ad esprimere il suo pensiero:

“Vorrei esporre il mio punto di vista dopo le polemiche di questi giorni. In una situazione televisiva estemporanea, leggera e di puro intrattenimento, ho scelto di non cantare un brano inno di libertà ma più volte strumentalizzato nel corso degli anni in contesti politici diversi tra loro. Come donna, prima che come artista, sono sempre stata per la libertà e i valori ad essa legati. Aborro il fascismo e ogni forma di dittatura. La mia musica e la mia carriera hanno dimostrato i valori in cui credo da sempre. Volevo evitare di essere trascinata e strumentalizzata in un momento di campagna elettorale così acceso e sgradevole, purtroppo non è stato così. Rispetto il mio pubblico e continuerò a farlo, con la libertà di scegliere come esprimermi”.

 

Basterà a mettere davvero la parola “Fine” a questa polemica?

 

Ultime notizie su Laura Pausini

Tutto su Laura Pausini →