Laura Pausini si rifiuta di cantare “Bella ciao” in tv: scoppia la polemica e la cantante replica su Twitter (video)

Laura Pausini si rifiuta di cantare “Bella ciao” in programma della tv spagnola. Scoppia la polemica e la cantante replica su Twitter

Laura Pausini sarà uno dei nuovo giudici della versione spagnola di “The Voice” (The Voz), il talent show che, nel nostro Paese, è rimasto in vita solo nella versione ‘senior’, condotta da Antonella Clerici. Ad affiancare la cantante nella nuova edizione del programma ci sono Luis Fonsi, Pablo Lopez e Antonio Orozco. E proprio loro 4 si sono trovati ospiti di “El Hormiguero” per promuovere la partenza dello show. Un momento divertente che ha visto i giudici impegnati in un improvvisato karaoke. Ma, durante le riprese, ecco le prime note di “Bella ciao” intonata dai presenti. Un momento ironico, leggero, che però non ha convinto la Pausini che si è rifiutata di eseguire il pezzo con i colleghi, giustificandosi così:

“È una canzone molto politica e non voglio cantare canzoni politiche”

Il programma è andato avanti senza repliche alle parole della star ma i social hanno poi commentato la decisione di Laura Pausini. In molti hanno trovato eccessiva questa sua negazione a intonare il pezzo, diventato ancora più celebre e “popolare” anche grazie all’utilizzo nella serie tv Netflix, “La casa di carta”. Ma nulla da fare, Laura ha deciso di non intonare il brano poiché “politico”.

Qui potete vedere il video dal minuto 3,16 circa:

Laura Pausini non canta “Bella ciao”, polemiche sul web

Come anticipato, sui social, in molti hanno criticato questa scelta.

“Pessima figura di Laura Pausini. Non ha cantato Bella Ciao perché troppo “politica”. Ha mostrato solo tanta ma tanta ignoranza. Che vergogna! #laurapausini”

#BellaCiao è un inno di libertà, non è di sinistra nè di destra ma è di tutti quelli che hanno la fortuna di vivere nella nostra tanto maltrattata democrazia. Pensavo che Laura #Pausini avesse tutt’altro spessore culturale.

C’è anche chi ha difeso la scelta della cantante (“Penso che quello che non dice nulla di positivo è che abbiamo banalizzato una canzone antifascista italiana al punto che viene cantata nei locali notturni. Normale che Laura Pausini non voglia cantarla in un programma spazzatura come El Hormiguero”)

Laura Pausini si è rifiutata di cantare Bella Ciao in una trasmissione spagnola. Ha specificato che non vuole cantare canzoni politiche, pur condannando il fascismo. Beh, finalmente un’artista con un po’ di carattere.

Laura Pausini risponde alle polemiche su Twitter

Accortasi del clamore suscitato con il suo rifiuto ad intonare la canzone, Laura Pausini è tornata su Twitter per spiegare il suo punto di vista (ribadendo e difendendo il suo “No”):

Non canto canzoni politiche, né di destra né di sinistra.
Canto quello che penso della vita da 30 anni.
Che il fascismo sia una vergogna assoluta sembra ovvio a tutti. Non voglio che nessuno mi usi per propaganda politica.
Non inventate ciò che non sono.

 

 

Ultime notizie su Laura Pausini

Tutto su Laura Pausini →