La colpa al vento, Willie Peyote: testo, video e significato della canzone

La colpa al vento: testo, video ufficiale e significato della nuova canzone di Willie Peyote, primo estratto dall’album Pornostalgia

E’ disponibile da venerdì 22 aprile in radio e in tutti gli store digitali “La colpa al vento”, il nuovo singolo di Willie Peyote che anticipa l’uscita di ‘Pornostalgia’ (Virgin Records/Universal Music Italia), prevista per venerdì 6 maggio 2022.

La colpa al vento è un brano che racconta della sensazione di aver perso un’occasione, come se fosse un biglietto della lotteria che ti è volato via, e invece di dare la colpa a te stesso, che ti sei fatto scivolare quell’occasione dalle mani perché non la tenevi abbastanza stretta, dai la colpa al vento. È un brano che nasce da un racconto personale ma che come sempre racconta un sentimento comune a tanti.

A seguire, trovate il testo e cliccando sulla foto, il video della canzone.

E tu mi dici che se è già
tutto finito non è mai nato
E mi cancelli da tutto
Bandiera a mezz’asta in ammainato
In segno di lutto
Quando ti ho vista quella luce mi ha abbagliato
C’ho pure creduto ma era sbagliato
E abbiamo abbaiato ed è già un fallimento
Resto sdraiato qui sul pavimento
Perché al momento non riesco a pensare
Meglio cambiare argomento,
tu vuoi prendere e andare
Lo sai che l’inquinamento in Cina mica è normale
Spero che il riscaldamento globale
Sciolga il tuo ghiaccio nel mare
Era il nostro biglietto della lotteria
E con un soffio ti è volato via
Sfugge di mano tipo emorragia
“Dottorе lo stiamo perdendo”
Era un biglietto dеlla lotteria
E con un soffio ti è volato via
E ora vuoi dire che la colpa è mia
Come se potessi dare la colpa al vento
Come se potessi dare la colpa al vento
Non sapremo mai se avremo vinto o perso tempo
Come se potessi dare la colpa al vento

E ora mi dici che vai via, non ci riesci
Questa città è anche un po’ mia se ci pensi
Anche se non l’uncino del vivaio
Mi sentivo a casa come Di Vaio
Troppo in fretta, ne ho persi un paio
La spiaggia perfetta, l’oceano a febbraio
Tre mesi stai dall’altra parte del mondo
Lì è notte qui giorno ma uguale non dormo
Riaprire l’argomento è un’autopsia
Ad ogni complimento ho l’allergia
Non so se sei mai stata dalla mia
Un tarlo poi diventa malattia
Siam passati da telepatia
A non sentirci come in galleria
L’utopia che quel biglietto fosse vincente
Resteremo col dubbio per sempre
Era il nostro biglietto della lotteria
E con un soffio ti è volato via
Sfugge di mano tipo emorragia
“Dottore lo stiamo perdendo”
Era un biglietto della lotteria
E con un soffio ti è volato via
E ora vuoi dire che la colpa è mia
Come se potessi dare la colpa al vento
Come se potessi dare la colpa al vento
Non sapremo mai se avremo vinto o perso tempo
Come se potessi dare la colpa al vento

Era un biglietto della lotteria
E con un soffio ti è volato via
Sfugge di mano tipo emorragia
Era un biglietto della lotteria
E con un soffio ti è volato via
E ora vuoi dire che la colpa è mia
La colpa è mia, la colpa è mia
Come se potessi dare la colpa al vento
Era il nostro biglietto della lotteria
E con un soffio ti è volato via
Sfugge di mano tipo emorragia
“Dottore lo stiamo perdendo”
Era un biglietto della lotteria
E con un soffio ti è volato via
E ora vuoi dire che la colpa è mia
Come se potessi dare la colpa al vento
Come se potessi dare la colpa al vento
Non sapremo mai se avremo vinto o perso tempo
Come se potessi dare la colpa al vento

Willie Peyote