Guagliune, Gigi d’Alessio Feat. Enzo Dong, Ivan Granatino, Lele Blade, Samurai Jay a Sanremo 2021

Gigi d’Alessio, Guagliune feat Enzo Dong, Ivan Granatino, Lele Blade, Samurai Jay: testo, significato canzone interpretata a Sanremo 2021

Gigi D’Alessio è ospite nella seconda serata del Festival di Sanremo 2021 insieme a Enzo Dong, Ivan Granatino, Lele Blade, Samurai Jay per interpretare il brano “Guagliune”.

Dopo il successo dell’album “Buongiorno”, pubblicato a settembre e che ha debuttato direttamente al N. 1 della classifica ufficiale FIMI, il cantante ha scelto di continuare la collaborazione con i giovani talenti della scena urban napoletana. Con Enzo Dong, Ivan Granatino, Lele Blade e Samurai Jay prende vita “Guagliune”, eseguito al Festival 2021 e in radio e su tutte le piattaforme streaming dallo scorso venerdì 26 febbraio.

Il significato del brano è nelle parole stesse del testo. La canzone  vuole scattare un’instantanea ai ‘guagliune’, a tutti quei ragazzi che si ritrovano uniti da un linguaggio universale e da un destino comune che affonda le radici nelle periferie. C’è il racconto del passato, delle radici, delle tradizioni (con citazione immancabile a Maradona) e ai tempi d’oggi, con il Covid.

 

Qui sotto potete ascoltare la canzone e leggere il testo

 

[Intro: Enzo Dong]
Yeah, Dove Ognuno Nasce Giudicato

[Strofa 1: Enzo Dong]
Molto piacere, sono Enzo Dong
Simmo ‘e guagliune ca nun teneno paura d”a vita
Parlano male di Enzo Dong
Passo da cronache di Napoli a Novella 2000
Il mio quartiere mi ha salvato la vita
Fra’, non avevo una lira
Adesso fa più paura il Covid che la malavita
Ti ricordi quando tu ridevi di me
Ero l’ultimo della classe, mo sono primo in classifica

[Strofa 2: Ivan Granatino]
C’hanno ‘mparato a sta’ bbuono cu niente, jamme, jà (Jamme, jà)
Tenimmo ‘a musica e simmo cuntente, guarda ccà
C’è Maradona nella fantasia
Nei ragazzini della periferia
Dalle favelas fino a casa mia
Simmo guagliune crisciute ‘mmiezz’â via (Granatino)

[Ritornello: Gigi D’Alessio]
Guagliune, guagliune
Guagliune, suonno ‘е libertà
‘O sole va a durmì pe sе scetà
Guagliune, guagliune
Ca nasceno pe nun sbaglià
Pecché ‘a nuttata sempe ha dda passà

[Strofa 3: Lele Blade]
Seh, a quindic’anne faticavo dudece ore ô juorno
Si eva chiedere n’euro a mammà, fra’, me pigliavo scuorno
Facevo musica, ma sulo pe passione
Sulo je senza me fermà, nisciuno deva n’occasione
E mo me trovo a essere n’idolo
‘Int’ê viche d”a città addò so’ nato
Meno cumpagne, cchiù nemiche, ma ce so’ abituato
E quanno ‘a gente dice ca so’ furtunato
Io le rispongo ca ‘a furtuna nu’ gira pe chi nun c’ha pruvato

[Strofa 4: Samurai Jay]
C’è chi si salva e invece chi scappa in cerca di un futuro
Io non abbasso la guardia, colpisco e basta
E difendo quello che ho perché ‘sta vita sbrana
Mi ha detto mama: “Metti la testa a posto”
Sto coi guagliune in strada, nella savana
Gridando: “Il mondo è nostro”

[Ritornello: Gigi D’Alessio]
Guagliune, guagliune
Guagliune, suonno ‘e libertà
‘O sole va a durmì pe se scetà
Guagliune, guagliune
Ca nasceno pe nun sbaglià
Pecché ‘a nuttata sempe ha dda passà

[Bridge: Gigi D’Alessio]
Proprio tutte quante ponno sbaglià
E pe chesto ca ‘ncopp’ê matite
Ce sta na gomma pe cancellà
Può levà ‘a dint’ê viche scure chisti guagliune
Ma ‘int’ô core ‘e chisti guagliune
Maje nisciuno ‘sti viche scure c”e può luvà

[Ritornello: Gigi D’Alessio]
Guagliune, guagliune
Guagliune, suonno ‘e libertà
‘O sole va a durmì pe se scetà
Guagliune, guagliune
Ca nasceno pe nun sbaglià
Pecché ‘a nuttata sempe ha dda passà
Guagliune, guagliune
Guagliune, suonno ‘e libertà
‘O sole va a durmì pe se scetà
Guagliune, guagliune
Ca nasceno pe nun sbaglià
Pecché ‘a nuttata sempe ha dda passà

Ultime notizie su Festival di Sanremo 2021

Il Festival di Sanremo, anche noto come Festival della Canzone Italiana, è la principale manifestazione dedicata alla musica italiana.

Tutto su Festival di Sanremo 2021 →