Golden Globes 2022, No time to die vince come Miglior Canzone Originale

Golden Globes 2022, tra i premi assegnati anche quello come Miglior Canzone Originale a Billie Eilish con “No time to die”

Data come favorita, No time do die, il brano di Billie Eilish, ha trionfato nella categoria “Miglior canzone originale” ai Golden Globes 2022. La cerimonia, quest’anno, è passata quasi in sordina: nessuna diretta tv né in streaming su qualche canale. I premi sono stati assegnati nel corso della notte (ora italiana) condivisi dai social ufficiali. E così, ecco l’assegnazione del premio al brano portante della colonna sonora dell’ultimo capitolo cinematografico dell’agente 007.

La canzone di Billie Eilish è stata pubblicata da Darkroom e Interscope Records il 13 febbraio 2020 ed è stata scritta dalla stessa cantante insieme a suo fratello Finneas O’Connell e registrata in uno studio, in camera da letto. Eilish aveva quasi 18 anni al momento dell’incisione, il che la rende l’artista più giovane ad aver scritto e registrato un tema di James Bond.

“No Time to Die” ha debuttato in vetta alla Irish Singles Chart e alla UK Singles Chart. È stato il suo primo singolo ad arrivare alla numero uno nel Regno Unito e l’ha resa la prima artista nata nel 21 ° secolo a raggiungere la vetta della classifica. Negli Stati Uniti, “No Time to Die” ha debuttato e raggiunto il numero 16 della Billboard Hot 100. In Italia è arrivata al 25esimo gradino della classifica Fimi.

Il demo del brano è stato inviato all’ufficio di Hans Zimmer a Los Angeles ed è stato il tema che ha preferito tra tutti quelli ascoltati e candidati per la colonna sonora del film. Successivamente, Eilish e Finneas sono volati a Londra per lavorare con Zimmer, registrando la canzone con un’orchestra di 70 persone presso gli AIR Studios di George Martin.Il chitarrista Johnny Marr, che era già presente nella colonna sonora di Zimmer per il film ed è stato chiamato a suonare nella canzone, ha dichiarato che “abbiamo continuato a lavorare per ‘ridurre, ridurre, ridurre'”, desiderando qualcosa che riflettesse la semplicità musicale di Billie Eilish, in cui “il potere sta nell’intensità della performance”. Dopo aver visto un montaggio preliminare del film, Eilish ha deciso di aggiungere un’esclamazione culminante che ha poi dato il titolo alla canzone, trionfatrice ai Golden Globes 2022.

Ultime notizie su Billie Eilish

Tutto su Billie Eilish →