Finisce sempre così: il nuovo singolo dei Modà (Testo e Video)

Dal 28 ottobre, è disponibile Finisce sempre così, nuovo singolo dei Modà e prima anticipazione dell’album Buona Fortuna – Parte Terza.

Dopo aver annunciato il tour con il quale, l’anno prossimo, festeggeranno i loro primi vent’anni di carriera, i Modà hanno annunciato anche i loro nuovi progetti discografici. Dal 28 ottobre, è disponibile negli store digitali il nuovo singolo della band di Kekko Silvestre, dal titolo Finisce Sempre Così.

Il nuovo singolo è la prima anticipazione di Buona Fortuna – Parte Terza, il nuovo album dei Modà che verrà pubblicato il prossimo 11 novembre.

L’album, disponibile da oggi in pre-order e in pre-save, è il seguito di Buona Fortuna – Parte Prima e Buona Fortuna – Parte Seconda, i due EP usciti rispettivamente nel novembre 2021 e nell’aprile di quest’anno.

Modà – Finisce sempre così: significato canzone

Stando alle dichiarazioni ufficiali della band, il testo della canzone parla di una persona che si innamora per la prima volta nella sua vita: “L’amore è sempre protagonista nella nostra musica così come nella nostra vita e ‘Finisce sempre cosi’ è la fotografia della pazzia provocata dall’amore, la storia di un uomo che, per la prima volta, si ritrova innamorato follemente, lui, che non aveva mai provato per nessuna prima questi sentimenti, si rende conto che la sua vita è cambiata grazie alla donna di cui si è innamorato”.

Modà – Finisce sempre così: ascolta la canzone

Clicca qui per ascoltare la canzone e per vedere il video ufficiale.

Finisce sempre così: testo

Ti è mai successo di toccare il fondo?
Di vomitare dopo un girotondo?
Di non toccare il freno quando sai che se ci pensi bene servirebbe farlo
E poi guardarsi dritti in uno specchio
E dire, scusa ma non ti conosco, non ti riconosco.

Mi hai fatto quasi diventare pazzo
Non uso più la testa ma l’istinto
Ho perso il fascino di chi non chiede
Ma che sceglie quella che gli starà accanto
E mentre gode ormai in un’altra stanza
Tengo le mani sopra le mie orecchie, sopra le tue urla.

Finisce sempre così, che dopo voglio partire
E voglio farmi del male
Perché sceglierei te anche in cambio di venti sirene
Che cantano forte ma no, non le voglio ascoltare
No, non le voglio sentire,
Finisce sempre così
Che faccio il duro e non vinco e poi mi sento uno straccio
Perché se penso a quanto mi rendi diverso, davvero, impazzisco
Ma poi comunque ti voglio.

Nemmeno il tempo di una sigaretta
Nemmeno il tempo di guardarsi in faccia
Ti incammini dandomi le spalle
Senza dire niente, io non faccio nulla
Le mie gambe sono fili d’erba
Prigioniere, schiave della terra, schiave della pioggia

Finisce sempre così, che dopo voglio partire
E voglio farmi del male
Perché sceglierei te anche in cambio di venti sirene
Che cantano forte ma no, non le voglio ascoltare
No, non le voglio sentire
Finisce sempre così,
Che faccio il duro e non vinco e poi mi sento uno straccio
Perché se penso a quanto mi rendi diverso, davvero, impazzisco
Ma poi comunque ti voglio.

Finisce sempre così, che dopo voglio partire
E voglio farmi del male
Perché sceglierei te anche in cambio di venti sirene
Che cantano forte ma no, non le voglio ascoltare
No, non le voglio sentire,
Finisce sempre così
Che faccio il duro e non vinco e poi mi sento uno straccio
Perché se penso a quanto mi rendi diverso, davvero, impazzisco
Ma poi comunque ti voglio.