Elefantino – L’Elfo e Niko Pandetta: testo, video e significato della canzone

Elefantino: testo, video ufficiale e significato della nuova canzone di L’Elfo e Niko Pandetta in tendenza su Youtube

Sta spopolando, da qualche giorno su Youtube, ‘Elefantino’, il nuovo singolo de L’Elfo e Niko Pandetta.

Pubblicato per Magnitudo/powered by Time Records e prodotto dal producer multiplatino DAT BOI DEE, il brano omaggia uno dei simboli di Catania, città natale dei due artisti. La canzone è contenuta nell’EP sperimentale ‘Milord’, uscito lo scorso 25 febbraio 2022.

Ho conosciuto @nikopandetta su Instagram, mi fece i complimenti e mi disse “mbare elfo voglio fare la trap seriamente”. Fu un po’ come quando Eminem notò 50 cent credendo in lui! Lo misi subito in contatto con Funkyman e iniziarono subito le prime hit caratteristiche di niko, inventò il traplodico e il resto ormai è storia. Sono contento di aver fatto parte della crescita artistica di questo ragazzo e soprattutto sono contento di aver trovato un amico. Entrambi veniamo dalla sofferenza seppur su binari apparentemente diversi ed entrambi meritiamo di stare in alto. Chi ha un passato difficile lo riconosci dagli occhi, non c’è nemmeno bisogno di parlare. Grazie Niko ti voglio bene.

A seguire trovate il testo della canzone e cliccando sulla foto potete vedere il video ufficiale.

Dat Boi Dee, vamos pa’ la banca

Supra u beat ma suchi picchì su fucilati
Tu rici ca spari, ma tu spari minchiati
A Catania sugnu a tipo l’elefantino
Hanno la mia foto in tasca a tipo santino
Supra u beat ma suchi picchì su fucilati
Tu rici ca spari, ma tu spari minchiati
A Catania sugnu a tipo l’elefantino
Hanno la mia foto in tasca a tipo santino

Amici di na manu n’arialu cunfirenza
Tu si cunfirenti ri questura, si medda
Rumani t’astutamu a tipo ‘na sigaretta
T’accatti a dignità, to giuru, fazzu culletta
My name’s Luca, figlio di puta
Scinnu ca tuta e non c’è via di fuga
Bevo di tutto, birretta e Beluga
Il tuo ragazzo ca Lete s’affuca
Semu ri cussa, calu cazzotta
‘Sta cavallina supra mi galoppa
Mi fici l’ossa che litri ‘di vodka
Sono Catania, guai a chi mi tocca

Supra u beat ma suchi picchì su fucilati
Tu rici ca spari, ma tu spari minchiati
A Catania sugnu a tipo l’elefantino
Hanno la mia foto in tasca a tipo santino
Supra u beat ma suchi picchì su fucilati
Tu rici ca spari, ma tu spari minchiati
A Catania sugnu a tipo l’elefantino
Hanno la mia foto in tasca a tipo santino

A Catania sanno tutti quanti chi è Niko
Chiedono la foto se mi vedono in giro (‘Na fotu, ‘mbare)
Giro per le strade e faccio ancora casino
Vuoi stare tranquillo? Non mi stare vicino, no
Fici ‘na rapina, me fattu a galera
Poi fici ‘sti soddi cu sta cantilena
Tu fai sulu chiacchiri, iu fazzu i fatti
Numuru unu, u ricunu tutti
Cu me frati sеmu cavallini
Malandrini già da ragazzini

Supra u beat ma suchi picchì su fucilati
Tu rici ca spari, ma tu spari minchiati
A Catania sugnu a tipo l’elefantino
Hanno la mia foto in tasca a tipo santino
Supra u bеat ma suchi picchì su fucilati
Tu rici ca spari, ma tu spari minchiati
A Catania sugnu a tipo l’elefantino
Hanno la mia foto in tasca a tipo santino.

L'Elfo e Niko Pandetta