Dpcm 25 ottobre 2020, chiusure: concerti sospesi fino al 24 novembre, sostegno ai lavoratori dello spettacolo

Dpcm 25 ottobre 2020, annullati anche i concerti, spettacoli, live in Italia fino al 24 novembre 2020: ecco le ultime notizie sulle chiusure

Non è durato nemmeno una settimana il Dpcm ufficializzato da Giuseppe Conte, la scorsa domenica. Oggi, 25 ottobre 2020, poco prima dell 13.45, il Premier si è collegato in diretta per annunciare ulteriori chiusure per il Paese. Dopo i rumors delle ultime ore su eventuali limitazioni e chiusure, sono state rese note le decisioni per limitare i contagi da Covid-19 in Italia. Tra i settori più colpiti (oltre a quello della ristorazione, palestre e locali), sono stati fermati anche i concerti, all’aperto o al chiuso, fino a nuovo ordine. Il Dpcm firmato in giornata da Conte vale fino al 24 novembre 2020 (escludendo decisioni in essere nelle prossime settimane).

E così, dopo la riapertura controllata e con numero massimo limitato per i live e per gli eventi musicali, da lunedì 26 ottobre, è tutto nuovamente congelato. Oltre ai cinema, anche i concerti sono finiti nel mirini delle chiusure, per un settore già sofferente da mesi e mesi.

Infatti, i concerti e i live erano ripresi a luglio e fino al DPCM scorso -in data 18 ottobre- erano  limitati a 200 posti al chiuso e 1000 all’aperto.

Da questa mezzanotte, quindi ufficialmente da lunedì 26 ottobre 2020, saranno sospesi. Il Dpcm emanato resta, come anticipato, valido fino al 24 novembre 2020 incluso.

Durante la conferenza stampa in diretta di oggi, Giuseppe Conte ha promesso sostegno ai lavoratori dello spettacolo con mensilità di “reddito di emergenza”.

I Video di Soundsblog