Come mai, 883: testo e significato, ascolta la canzone (video)

883, Come mai: testo e significato della canzone. Ascolta il brano su Soundsblog, ecco di cosa parla e guarda il video

Come mai è una delle ballad più celebri e amate degli 883, un vero e proprio classico della loro carriera. Il singolo è uscito nel 1993 preceduto dalle hit “Sei un mito” e “Nord Sud Ovest Est”. In Italia è arrivato al primo posto della classifica Fimi dei brani più venduti, rimanendo per molte settimane in vetta. Qui sotto potete ascoltare il brano e leggere il testo.

883, Come mai, Ascolta la canzone

A seguire potete ascoltare “Come mai” in streaming mentre, cliccando qui, potete recuperare il video della canzone degli 883.

883, Come mai, Significato canzone

Il brano è una struggente dichiarazione d’amore nei confronti una ragazza che provoca un forte sentimento da parte di chi canta. Si trova seduto a pensare a lei, a scriverle delle lettere, chiedendosi come possa farlo sentire così. Di fronte agli amici si finge un duro ma, in segreto, soffre profondamente per l’amore (non corrisposto?) dell’amata.

883, Come mai, Testo canzone

Le notti non finiscono
All’alba nella via
Le porto a casa insieme a me
Ne faccio melodia
E poi mi trovo a scrivere
Chilometri di lettere
Sperando di vederti ancora qui
Inutile parlarne, sai
Non capiresti mai
Seguirti fino all’alba e poi
Vedere dove vai
Mi sento un po’ bambino, ma
Lo so, con te non finirà
Il sogno di sentirsi dentro un film
E poi all’improvviso
Sei arrivata tu
Non so chi l’ha deciso
M’hai preso sempre più
Una quotidiana guerra
Con la razionalità
Ma va bene purché serva
Per farmi uscire
Come mai
Ma chi sarai
Per fare questo a me?
Notti intere ad aspettarti
Ad aspettare te
Dimmi come mai
Ma chi sarai
Per farmi stare qui?
Qui seduto in una stanza
Pregando per un sì
Gli amici se sapessero
Che sono proprio io
Pensare che credevano
Che fossi quasi un Dio
Perché non mi fermavo mai
Nessuna storia inutile
Uccidersi d’amore
Ma per chi?
Lo sai, all’improvviso
Sei arrivata tu
Non so chi l’ha deciso
M’hai preso sempre più
Una quotidiana guerra
Con la razionalità
Ma va bene purché serva
Per farmi uscire
Come mai
Ma chi sarai
Per fare questo a me?
Notti intere ad aspettarti
Ad aspettare te
Dimmi come mai
Ma chi sarai
Per farmi stare qui?
Qui seduto in una stanza
Pregando per un sì
Dimmi come mai
Ma chi sarai
Per fare questo a me?
Notti intere ad aspettarti
Ad aspettare te
Dimmi come mai
Ma chi sarai
Per farmi stare qui?
Qui seduto in una stanza
Pregando per un sì
Dimmi come mai
Ma chi sarai
Per farmi stare qui?
Qui seduto in una stanza
Pregando per un sì