Capodanno 2023 a Roma: concerto al Circo Massimo, i cantanti ospiti (e nasce la polemica su Madame)

Capodanno 2023 al Circo Massimo: orari, cantanti ospiti, come arrivare e tornare. E non mancano le polemiche sulla presenza di Madame…

Capodanno 2023 a Roma: appuntamento al Circo Massimo per il ritorno della musica live durante la notte del 31 dicembre, dopo gli ultimi due anni di stop e limitazioni legati al Covid. Quest’anno, sul palco, si esibiranno Elodie, Sangiovanni, Franco126 e Madame. Le ultime informazioni in merito all’evento live prevedono l’inizio del concerto intorno alle 21.30 e la conclusione -dopo il brindisi di mezzanotte e il dj set a seguire- intorno all’1.30 di notte.

Come riportato anche da Roma Today, le indicazioni vietano bevande in contenitori di vetro e modifiche agli orari dei mezzi, per permettere alle persone di spostarsi e tornare verso casa al termine del concerto. Queste le parole dell’assessore capitolino alla Mobilità, Eugenio Patanè:

“Per la giornata del 31 dicembre sono potenziate le linee bus delle principali direttrici verso il centro fino alle ore 21 – ultima partenza dai capolinea – mentre alcune linee bus effettuano servizio fino alle ore 2.30. Le linee metro A, B, B1 e C saranno potenziate ed effettueranno l’ultima corsa dai capolinea alle ore 2.30. Dopo le ore 2.30, le linee metro e la ferrovia regionale Roma-Lido saranno sostituite dalle linee bus notturne attive sino alle ore 8.00”

Non è stata ancora svelata la scaletta o l’ordine di esibizione degli artisti ospiti. In queste ore, inoltre, è nata una polemica legata a Madame, finita al centro dello scandalo legato alla “finte vaccinazioni Covid”. La cantante sarebbe indagata per falso ideologico. La presenza dell’artista a Capodanno 2023 a Roma ha provato anche la presa di posizione del segretario Fimmg (Federazione dei medici di medicina generale) Roma Pier Luigi Bartoletti che ha dichiarato a Repubblica:

“Gli australiani quando Djokovic faceva il furbo non lo hanno fatto entrare in Australia, mentre noi ai furbi no vax concediamo il concerto di Capodanno. Senza entrare nella specifica vicenda giudiziaria, dico soltanto che gli australiani quando Djokovic faceva il furbo non lo hanno fatto entrare in Australia, mentre noi facciamo il concerto di Capodanno. Alcuni modelli di comportamento vanno sottolineati. Qui si passa da un atteggiamento forcaiolo a quello di assoluto permissivismo. La gente così non capisce. Vanno evitate cose oggetto di polemica”