Anastacia, i problemi di salute e il ritorno alla musica: “Basta album, solo singoli”

Anastacia ha vinto l’edizione australiana de Il cantante mascherato” e si è raccontata in un’intervista: dai problemi di salute a nuova musica

Anastacia ha vinto l’edizione appena conclusasi de “Il cantante mascherato” in versione australiana, The Masked Singer Australia 2021. La cantante ha trionfato davanti alla giuria e al pubblico, increduli di vedere la star celata dietro i panni dell’abito e del trucco. E lei, ora Ora 53enne, si è poi raccontata, nelle ore a seguire, in una lunga intervista, rivelando come diversi problemi di salute le abbiano reso quasi impossibile mantenere una carriera globale nel corso degli anni. Ha combattuto malattie come il morbo di Crohn, un problema cardiaco e due episodi di cancro al seno.

“Questo è stato probabilmente il mio problema più grande: quando sono davvero pronto e impaziente di andare, arriva un’altra malattia. È stato difficile riuscire a mantenere il movimento e lo slancio in corso”

Anastacia, che andrà in tour il prossimo anno in Australia, ha anche ammesso di non aver intenzione di pubblicare mai più un altro album in studio, dopo il poco brillante successo della sua uscita del 2017, Evolution.

“Non so se voglio pubblicare tonnellate di musica in modo che poi non venga mai ascoltata”

Non intende, però, fortunatamente, abbandonare il mondo della musica. Nei piani e nei progetti della star, c’è quello di pubblicare una serie di singoli, evitando così la pressione di dover pubblicare un intero disco.

Nel 2003 le è stato anche diagnosticato un cancro al seno e, non molto tempo dopo, anche una tachicardia sopraventricolare, una condizione cardiaca con battiti cardiaci vari e rapidi.

Durante il finale di The Masked Singer di martedì sera, Anastacia ha detto ai giudici che stava lottando per trovare lavoro in America a causa della pandemia che ha effettivamente bloccato l’industria dell’intrattenimento.

“E’ completamente congelata. Ed è proprio quello che è la nostra realtà come artisti. Non abbiamo palcoscenici, non possiamo avere folle, e lo capisco perché voglio tenere le persone al sicuro, ma mi manca fare il mio lavoro e mi manca davvero molto cantare. E quindi questa è stata una carta così bella, tipo, esci di prigione gratis nel Monopoli. Non so quando potrò andare in tournée. Sono fiduciosa, ma potrei avere 75 anni quando salirò nuovamente sul palco…”