Altrove, Morgan: testo e audio della canzone

Morgan, Altrove: testo e significato della canzone. Ecco di cosa parla il brano, ascolta il pezzo su Soundsblog.it

Altrove è un brano di Morgan, il primo singolo pubblicato da solista, ex leader dei Bluvertigo. La canzone, scritta e arrangiata da Morgan, anticipa l’album Canzoni dell’appartamento che ha vinto la Targa Tenco 2003 come miglior disco d’esordio.

Morgan, Altrove, Significato canzone

La follia come unica via per la felicità con, al centro della storia, un ragazzo (Pazzo) che preferisce il pozzo, l’oscuro, rispetto all’essere su un piedistallo. E il passaggio successivo è quello di andare avanti di lasciarsi andare e vivere, senza essere autore e protagonista delle scelte (“Ho deciso, Di perdermi nel mondo, Anche se sprofondo, Lascio che le cose, Mi portino altrove, Non importa dove, (Non importa dove) / Ho deciso Di perdermi nel mondo, Anche se sprofondo”).

Altrove, Ascolta la canzone

Qui sotto potete ascoltare il brano di Morgan, “Altrove”, in streaming

Morgan, Altrove, Testo canzone

Però
(Che cosa vuol dire però)
Mi sveglio col piede sinistro
Quello giusto
Forse già lo sai
Che a volte la follia
Sembra l’unica via
Per la felicità
C’era una volta un ragazzo chiamato Pazzo
E diceva sto meglio in un pozzo che su un piedistallo
Oggi ho messo
La giacca dell’anno scorso
Che così mi riconosco
Ed esco
Dopo i fiori piantati, quelli raccolti
Quelli regalati, quelli appassiti
Ho deciso
Di perdermi nel mondo
Anche se sprofondo
Lascio che le cose
Mi portino altrove
Non importa dove
(Non importa dove)
Io
Un tempo era semplice
Ma ho sprecato tutta l’energia
Per il ritorno
Lascio le parole non dette
E prendo tutta la cosmogonia
E la butto via
E mi ci butto anch’io
Ho deciso
Di perdermi nel mondo
Anche se sprofondo
Applico alla vita
I puntini di sospensione
Che nell’incosciente
Non c’è negazione
Un ultimo sguardo commosso all’arredamento
E chi s’è visto, s’è visto
Lascio che le cose
Mi portino altrove