Adeste fideles, il canto di Natale nelle sue diverse versioni: latino, italiano e inglese

Adeste fideles, il canto di Natale nelle diverse versioni, in italiano, latino e in inglese (“O Come All Ye Faithful”): testo e audio

Adeste fideles è tra i canti di Natale più celebri di sempre, con una antichissima origine, ancora oggi non del tutto nota e chiara. Secondo le poche informazioni in possesso, i primi dati ufficiali riguardano John Francis Wade, il copista che lo avrebbe riportato e trascritto, da un canto irlandese. E parliamo di un periodo che si aggira intorno al 1743/44. Anche le strofe non risalgono allo stesso periodo. Pare, infatti, che la I, V, VI e VII furono quelle trascritte da Wade. Diversamente la II, III e IV furono create da Étienne-Jean-François Borderies anni dopo e quella finale da un anonimo.

Di Adeste Fideles esistono diverse versioni. C’è quella più antica, in latino, poi quella nota a tutti in italiano e la versione inglese, O Come All Ye Faithful, nata intorno  metà del 1800.

Adeste fideles in italiano

Venite, fedeli, l’angelo ci invita,
venite, venite a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.

Venite, adoriamo, venite, adoriamo,
venite, adoriamo il Signore Gesù!

La luce del mondo brilla in una grotta:
la fede ci guida a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.

La notte risplende, tutto il mondo attende:
seguiamo i pastori a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.

“Sia gloria nei cieli, pace sulla terra”
un angelo annuncia a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.

Il Figlio di Dio, Re dell’universo,
si è fatto bambino a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore

Adeste fideles in latino

Adeste fideles læti triumphantes,
venite, venite in Bethlehem.
Natum videte Regem angelorum.
Venite adoremus, venite adoremus,
venite adoremus Dominum.

En, grege relicto, humiles ad cunas,
vocati pastores adproperant.
Et nos ovanti gradu festinemus.

Æterni Parentis splendorem æternum,
velatum sub carne videbimus,
Deum infantem pannis involutum.

Pro nobis egenum et fœno cubantem
piis foveamus amplexibus;
sic nos amantem quis non redamaret?

Adeste fideles in inglese

O come, all ye faithful, joyful and triumphant!
O come ye, O come ye to Bethlehem;
Come and behold him born the King of Angels.

O come, let us adore Him, o come, let us adore Him,
o come, let us adore Him, Christ the Lord.

God of God, light of light,
Lo, he abhors not the Virgin’s womb;
Very God, begotten, not created.

Sing, choirs of angels, sing in exultation,
Sing, all ye citizens of Heaven above!
Glory to God, glory in the highest.

Yea, Lord, we greet thee, born this happy morning;
Jesus, to thee be glory given!
Word of the Father, now in flesh appearing!