Nuovi album metal 2013: tutte le uscite più attese, dai Black Sabbath agli Slayer

I meccanismi del metal, lo saprete benissimo, girano in maniera oscura, e anche in epoca di informazione immediata (e blogging velocissimo, come qui su Soundsblog), capita che non si sappia bene cosa aspettarsi, discograficamente parlando, dall'anno che è appena iniziato.
I grandi nomi tendenzialmente puntano sull'effetto-sorpresa, annunciando solamente di essere entrati in studio, e poi saltando fuori all'improvviso mesi dopo con titolo, copertina e magari una traccia in anteprima. Il mondo dei singoli-apripista in questo genere è quasi estinto, tranne che per le band di altissimo lignaggio, e quindi bisogna affidarsi alle voci di corridoio e alla palla di cristallo, anche solo per immaginare come e quando uscirà un nuovo disco. Nomi enormi, però, si stagliano all'orizzonte di questo 2013. Andiamo a vedere cosa potrebbe riservarci il futuro prossimo venturo...

BLACK SABBATH
Il disco della reunion. Il disco in cui tutto andò male. Sarebbe dovuto uscire nel 2012, poi Tony Iommi si ammalò, Bill Ward non fu chiamato alla batteria, e molti fan si ritrovarono al concerto a vedere 'Ozzy & Friends' in concerto. Insomma, l'aspettativa del 'secondo avvento' si è molto affievolita, nonostante gli annunci di Iommi e Ozzy, che continuano a lavorare e a dichiarare che le vibrazioni sono come quelle del primo disco. Con Ward ancora fuori, e il futuro incerto, bisogna stare attenti che l'attesa non sia dovuta solo alla curiosità di scoprire quanto sbagliato e orribile sia, un nuovo disco dei Sabbath. Ma rimaniamo ottimisti...

TOOL
Alla band di Maynard Keenan proprio non piace parlare. Loro presentano il cd quando pare a loro, prendere o lasciare. Non vanno su twitter a dire quanto sia fico stare in studio, non annunciano niente: e quando finalmente il disco esce, è un vero e proprio evento. Stando agli indizi, il 2013 potrebbe essere uno degli anni propizi. D'altronde, nel 2010 annunciarono di aver iniziato a scrivere i pezzi, tre anni di gestazione e sette anni di assenza dalle scene potrebbero bastare...

JUDAS PRIEST
Dopo la mezza truffa del 'ritiro dalle scene', diventato poi 'ultimo tour', diventato poi 'ultimo tour mondiale', adesso sembra che Rob Halford sia in piena forma, e pronto a registrare un nuovo disco dei Judas - anzi, stando alle sue parole lui e Glenn Tipton hanno già messo da parte tantissime nuove registrazioni. C'è gran curiosità riguardo al nuovo chitarrista, Richie Faulkner, che sostituì KK Downing nel 2011 - dal vivo si è comportato egregiamente, ma su disco le sue idee saranno rilevanti?

DREAM THEATER
I lavori per il nuovo disco sono iniziati lo scorso Aprile, annunciati da John Petrucci su Facebook. A quanto pare la band ha scelto un posto inconsueto per le jam: Osaka, in Giappone. Il commento del chitarrista, infatti, fu che 'il jet lag sembra aver aperto nuovi processi creativi nelle nostre teste'. La partecipazione di Mike Mangini alla scrittura dei brani dovrebbe essere più massiccia, e vedremo se ci sarà qualche cambiamento nel feeling, rispetto al turbolento A Dramatic Turn of Events.

SLAYER
Agli Slayer non piace perdere tempo: entrano in studio, registrano un'ora di musica estrema, escono e la portano in tour. Al momento non è ancora ben chiara la posizione dell'ammalatissimo Jeff Hanneman, ma la band ha detto che a fine 2012 le registrazioni erano completate. Riguardo al sound, non ci si dovrebbe preoccupare: Kerry King ha detto che 'il nuovo disco suonerà esattamente come quelli degli ultimi venti anni'. Non resta quindi che urlare ad altissima voce (e in growl) SLAYEEEEEEEER, e attendere una nuova pioggia di sangue.

HIM
Dopo sei anni di silenzio e mille ipotesi (sì, è spuntato anche il classico 'Ville Valo forse è morto'), gli HIM sono pronti al ritorno sulle scene, con "Tears On Tape", la cui uscita è prevista per la Primavera. Il gruppo finlandese ha già proposto una nuova canzone dal vivo (la si può ascoltare cliccando qui), e l'anteprima sembra promettere bene. Come funzionerà, sulla lunga distanza, l'incrocio fra "Roy Orbison e Metallica" promesso da Ville? Le migliaia di Heartagram tatuati sui corpi di migliaia di fan torneranno a mostrarsi con fierezza?

MOTORHEAD, MEGADETH, SEPULTURA
Su questo tipo di band si può sempre contare: la loro etica "album-tour-album-tour-album-tour" è implacabile da anni, e tutti e tre hanno già annunciato di aver quasi finito il lavoro in studio. I primi del lotto dovrebbero essere i Megadeth, con il quattordicesimo disco in arrivo all'inizio dell'anno, per un'etichetta ancora da definirsi, dopo la separazione dalla RoadRunner Records. Mustaine ha detto che il nuovo disco sarà "molto interessante".

KORN
La band è entrata in studio la scorsa Estate, con l'intenzione di creare un nuovo disco con influenze molto distanti dal dubstep ascoltato su The Path Of Totality. Jonathan Davis sente di aver sperimentato abbastanza, e si può sperare in un ritorno ad un sound più... riconoscibile.

HARDCORE SUPERSTAR
Il gruppo hard rock svedese non sbaglia mai un colpo, e dall'anteprima proposta per "C'mon Take On Me" sembrerebbe che anche nel 2013 sforneranno un buon disco, adatto sia per ballare, che per cantare, che per scapocciare. Qui si conosce già la data d'uscita: si può fissare sul calendario l'1 Marzo.

Ci sono tantissime altre uscite in programma (Voivod, Helloween, il solista di Phil Anselmo, sono tutte cose per cui sentirsi molto eccitati) nel solo mese di Gennaio, e ci sono molte ipotesi su altri nomi grossi che potrebbero uscire nel 2013 (Motley Crue, Alice In Chains, Ac/Dc... si sussurra anche dei Guns N'Roses, ma più che altro sembra una barzelletta al momento). Non rimane che guardare mese per mese gli annunci, e tenersi aggiornati su queste pagine virtuali.

Rimandati al 2014, con quasi certezza: Metallica, Nine Inch Nails, Slipknot, Hammerfall, Gamma Ray.

E quali sono le vostre attese per il 2013? Le grandi speranze... le grandi paure? Commentate pure e condividete i vostri nomi top!

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail