Michael Jackson, l’uomo dei record

Oggi è un giorno triste per la musica, il re del pop è morto. Mezzo secolo di vita dedicato quasi completamente alla musica. Michael Jackson inizia la propria carriera a soli cinque anni nelle fila dei Jackson 5 insieme ai fratelli Jackie, Jermaine, Tito e Marlon. Ma è evidente fin da subito che il più

Oggi è un giorno triste per la musica, il re del pop è morto.

Mezzo secolo di vita dedicato quasi completamente alla musica. Michael Jackson inizia la propria carriera a soli cinque anni nelle fila dei Jackson 5 insieme ai fratelli Jackie, Jermaine, Tito e Marlon. Ma è evidente fin da subito che il più talentuoso dei five, nonostante l’età, sia proprio Michael. “I Want You Back” e “ABC” i primi successi.

Negli anni ’70 Michael, contemporaneamente all’attività con i Jackson 5, tenta una prima carriera solista con la Motown senza raggiungere il successo che si sarebbe aspettato. La musica cambia con “Off The Wall” (1979) e con l’aiuto di Quincy Jones. “Don’t Stop ‘til You Get Enough” e “Rock with You” sono le prime hit planetarie. Passano tre anni e arriva sul mercato l’album destinato a cambiare la storia del music business: “Thriller”

“Thriller” è l’album dei record, l’album più venduto di sempre, l’album da 37 settimane al numero 1 e 78 settimane nella top10 della classifia USA. La title-track cambia il modo di intendere la promozione musicale attraverso i videoclip musicali ma è forse “Billie Jean” il pezzo simbolo dell’album. L’album è una vera macchina da singoli, oltre i due appena citati vanno ricordati “Beat It”, “The Girl Is Mine” (con Paul McCartney), “Wanna Be Startin’ Somethin'”, “Human Nature” e “Pretty Young Thing”. Un album consegnato alla storia.

Michael ha avuto la capacità di mettere d’accordo sia i fan del pop da classifica sia gli appassionati della musica di qualità, segno di un talento indiscusso su più livelli. Dopo la famosa partecipazione in “We Are The World“, Michael pubblica nel 1987 “Bad” ed è ancora una volta un grande successo, cinque singoli raggiungono la cima della classifica statunitense fra cui la title-track, probabilmente il brano più rappresentativo dell’album.

Gli anni ’90 iniziano con Michael Jackson ancora in cima alle classifiche grazie all’album “Dangerous”, trainato dal singolo “Black or White”. Poi iniziano i problemi personali, ma di questo non ne parleremo. Nel 1995 esce “HIStory” un doppio album in cui Michael da sfoggio della sua capacità di passare senza problemi da un genere all’altro. Vanno ricordate “You Are Not Alone”, “They Don’t Care About Us” e soprattutto “Earth Song”.

Segue un periodo non facile in cui Michael rimane per un po’ lontano dagli studi di registrazione e in cui il music-business cambia mentalità, puntando sempre più su boy band e teen-pop. Forse è questo uno dei motivi per cui il successivo e poco riuscito “Invincible” (uscito solo nel 2001) fu un flop di vendite. Negli ultimi anni varie riedizioni e greatest hits oltre a varie voci di un possibile ritorno sulle scene. Ritorno di cui si era parlato anche quest’ anno, prima della notizia scioccante della morte.

Ora ripercorriamo insieme la carriera post-Jackson 5 di Michael Jackson, sperando che possa essere un giusto tributo al Re del Pop. N.B. Sono esclusi il periodo Motown, i live, greatest hits e ristampe. I dati di vendita sono quelli stimati da MJDangerous, fan di Michael e probabilmente il più grande esperto di classifiche al mondo.

Off The Wall (1979)
-Vendite: USA 8.600.000, Europa 5.610.000 (Italia 375.000), Totale: 19.000.000

Don’t Stop ‘til You Get Enough

Thriller (1982)
-Vendite: USA 28.200.000, Europa 16.820.000 (Italia 1.280.000), Totale: 62.400.000

Billie Jean

Thriller

Beat It

Bad (1987)
-Vendite: USA 10.500.000, Europa 13.930.000 (Italia 1.300.000), Totale: 33.200.000

Bad

Smooth Criminal

Dangerous (1991)
-Vendite: USA 8.000.000 , Europa 11.790.000 (Italia 810.000), Totale: 30.000.000

Black Or White

HIStory (1995)
-Vendite: USA 4.200.000 , Europa 8.510.000 (Italia 390.000), Totale: 19.600.000

Earth Song

Blood On The Dance Floor (1997)
-Vendite: USA 1.050.000 , Europa 2.230.000 (Italia 190.000), Totale: 5.100.000

Invincible (2001)
-Vendite: USA 2.500.000, Europa 2.220.000 (Italia 175.000), Totale: 7.100.000