Lady Gaga in concerto a Milano tra musica, provocazione e chewingum al pubblico, le recensioni e i video

Recensioni, opinioni e commenti del Born This Way Ball Tour 2012, Lady Gaga conquista Milano con il concerto del 2 ottobre 2012

Lady Gaga concerto Milano 2012

Update: continuano le recensioni e le impressioni dei media sul concerto di Miss Germanotta a Milano. E ieri, un chewingum non è stato apprezzato particolarmente dalla cantante che l’ha restituito al pubblico (come potete vedere nel video dopo il salto)

E anche una performance di nuovo sopra le righe: dopo la marijuana fumata al concerto di Amsterdam, lo sputo sui fan italiani. La pop star ha eseguito ‘Electric Chapel’ e, dopo aver raccolto una gomma lanciata da un fan, l’ha masticata e poi, con espressione nauseata, l’ha sputata. I fan hanno comunque apprezzato uno show ricco e variopinto.

Il Sole24Ore ne sottolinea anche il lato “noioso”:

La voce di Miss Germanotta indubbiamente c’è, è potente e non la risparmia certo per cantare al punto che a tratti si sente che è a corto di fiato, una garanzia del fatto che per la parte vocale non ci sono aiutini in playback. Peccato che la utilizzi anche per fare un talk show noioso e ripetitivo, che oltre a rompere il ritmo della scaletta interrompe il flusso di energia col pubblico. I continui ringraziamenti a Donatella Versace, seduta con la figlia Allegra vicino alla postazione dei mixer, sarà stata nominata una dozzina di volte, quasi ad ogni cambio d’abito creato dalla stilista per lo show, sembravano uno spot pubblicitario dello sponsor. Si è anche dilungata sulle origini palermitane, come noto nelle vene dell’artista corre sangue italiano, e non sono mancati i riferimenti sulla famiglia: dal nonno morto due anni fa alla nonna che continua a cucinare nonostante la cecità.

Si è concluso il tanto atteso (da mesi) concerto di Lady Gaga, in Italia, con una sola data nonostante la speranza di due appuntamenti nel nostro Paese. Ma, alla fine, è rimasto il Forum di Assago, solo per il 2 ottobre. Poi si parte, destinazione Francia.

Curiosiamo nel web alla ricerca di primi video -che già potrete vedere dopo il salto- e delle prime recensioni. Voi c’eravate? Siete tornati a casa e volete commentare quello a cui avete appena assistito? Fatelo qui. Delusi? Soddisfatti? Leggiamo l’opinione della stampa, a caldo, cioccolata addentata in primis e dedica alla propria famiglia di origine italiana:

Il Messaggero promuove lo spettacolo parlando di provocazioni e gaga pensieri:

“Durante lo show, poi, un infinità di ammiccamenti sessuali e tanto spazio dedicato al pubblico che ha lanciato sul palco di tutto, cioccolato compreso che la cantante non ha mancato di addentare. Una dedica, la regina del pop ha voluto farla anche alla sua famiglia di origine italiana e al padre, Giuseppe Germanotta (…) La scaletta, come ogni opera pop-rock che si rispetti (così aveva definito lei a suo tempo la nuova carrellata di concerti), lunga, interrotta di tanto in tanto da qualche pillola di Gaga pensiero, e confezionata con una serie di canzoni riassunto della fortunata carriera”

Per Il Giorno, Milano si trasforma per una notte in Lady Gaga’s city stupendo fin da subito:

” la protagonista della serata ha infatti fatto il suo ingresso nella forma di un parto simulato dalla parte inferiore di una gigantesca mezza bambola di pezza, con tanto di cerniera aperta al momento della ri-nascita della cantante di bianco vestita (prima di cominciare i suoi cambi cromatici).”

L’Ansa sottolinea il pubblico pagante accorso per vedere la propria beniamina, senza lesinare sul look:

“Gli ingressi del palazzetto milanese sono stati presi d’assalto già dal pomeriggio, quando una buona parte del pubblico ha deciso di affidarsi alla metropolitana milanese durante la fascia di garanzia del servizio (dalle 15 alle 18). In fila, non solo giovanissimi, ma un pubblico trasversale con predominanza femminile. Molte le parrucche d’ordinanza e le calze di nylon rigorosamente strappate.”

I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo

Ultime notizie su Lady Gaga

Tutto su Lady Gaga →